Madame è l’artista più giovane di sempre a vincere il premio Tenco (e se lo merita tutto)

·3 minuto per la lettura
Photo credit: Courtesy Photo
Photo credit: Courtesy Photo

"VOCE è una canzone che parla della ricerca della propria identità: in mezzo a tutto il rumore ed il caos del mondo, trovare se stessi" spiega la 19enne Madame a RaiPlay in un video realizzato all'epoca di Sanremo 2021, dove ha debuttato il singolo. Al Festival della Canzone Italiana VOCE si era accontentata del premio Miglior testo “Sergio Bardotti”, poi è arrivato il disco di platino, oggi quella canzone semplice e rivoluzionaria, scritta in freestyle in cameretta, ma con una penna da scrittrice matura, ha guadagnato il premio Tenco come Miglior opera prima e Miglior canzone singola. Madame è la più giovane artista ad esserci mai riuscita, dal 1984, data di istituzione, ad oggi.

Il premio più prestigioso per la canzone d'autore italiana ha saputo riconoscere il talento di Madame, la forza di una donna giovanissima che è cantautrice in un Paese dove le donne sono ancora definite solo cantanti nonostante scrivano i brani da sé; rapper in un mondo dove il genere è dominato dagli uomini; forza giovane in un universo di persone stantie, poco avvezze al cambiamento. Una "scorbutica veneta di 19 anni", come si è definita lei su Twitter, che sale sul palco dell'Ariston e canta una canzone d'amore, ma rap, ma dedicata alla propria identità. Non è forse questa voglia di autodeterminazione una delle basi del femminismo?

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Ma il bello di Madame è che non vuole e non necessita etichette, è semplicemente una ragazza in cerca della sua VOCE, che ama sperimentare con la musica e che davanti alle sfide si rimbocca le maniche, come ha raccontato a Rolling Stone: "VOCE è stata la prima canzone che ho scritto per l'album, due anni fa. È nata come freestyle. L'ho fatta con una app per il telefono inserendo la base al buio, sul letto, con le cuffie e a un certo punto ho sentito questa variazione di accordi e ho detto 'merda, ci siamo'. Poi ho deciso di prendere questo pezzo e trasformarlo, perché prima terminava in crescendo mentre adesso ha una struttura strofa/ritornello più classica. Infine il tocco magico di Dardust l’ha completata".

Il significato più profondo, ma meno evidente, di questa canzone d'amore è la ricerca della propria identità: "E sarà la voce ad essere l'unica cosa più viva di me / Voglio che viva a cent'anni da me / Voglio rimanga negli anni con me / Fumo per sbarazzarmi di lei, ma torna da me" canta Madame, a cui però viene fatto notare che contemporaneamente lancia anche un altro messaggio. In una conferenza stampa sotto Sanremo ha spiegato: "Ho scoperto che sono stata la seconda donna in 72 anni a rivolgersi al femminile. Mi stupisce. Sono una grande promotrice dell'ideale di fluidità di genere, non ho binari molto precisi. Se riesce a dare anche quel messaggio lì, anche se non lo fa in modo mirato, a me andrebbe benissimo".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Il doppio premio Tenco ricevuto da Madame segna quindi una rivoluzione su più fronti. Prima di tutto porta in primo piano il valore del cantautorato femminile, così come la forza prorompente del rap, quello fatto bene, a dimostrare anche al grande pubblico che può essere una forma di comunicazione profonda ed efficace, "Meriterei il premio Tenco per il fottuto talento che tengo" citando le Red Bull 64 Bars di Marracash.

In più, i riconoscimenti ottenuti da VOCE sono un segnale di come la canzone d'autore e il pop italiano siano cambiati, con buona pace dei boomer e new boomer che commentano sdegnati la notizia della premiazione. A dimostrarlo ci pensano anche i dati FIMI del primo semestre del 2021: nei primi posti non troviamo più le hit/meteore che arrivano dall'estero o i "vecchi" padroni del pop come Ligabue, Vasco Rossi e la sempre mitica Laura Pausini, ma le nuove leve. In testa ci sono cantanti della scuola urban, indie o che vengono dai talent, e sono lì in cima perché ascoltati maggiormente dal target 14-25 anni. Una rivoluzione che vede tra gli album più ascoltati l'album d'esordio di Madame, che si è guadagnato il quinto posto e, le auguriamo, potrà solo crescere.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.





Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli