Madonna si rammarica di aver rifiutato il ruolo in Matrix

·1 minuto per la lettura

Madonna desidera non aver rifiutato l'opportunità di apparire in Matrix.

I rumor sul suo rifiuto sono stati discussi giovedì, durante un'apparizione della popstar al "The Tonight Show Starring Jimmy Fallon", quando il conduttore ha inoltre sollevato le voci secondo cui Madonna avrebbe rinunciato al ruolo di Catwoman in «Batman Returns» e alla protagonista nel film erotico del 1995 «Showgirls».

«Li ho visti entrambi e mi dispiace di aver rifiutato "Catwoman", che è stato piuttosto intrigante. "Showgirls"? No», ha risposto Madonna, aggiungendo un fatto inedito. «Ho anche rifiutato un ruolo in "The Matrix", ci credi? Voglio uccidermi. È uno dei migliori film mai realizzati. Una piccolissima parte di me rimpiange solo quel momento della mia vita».

«Catwoman» è stata poi interpretata da Michelle Pfeiffer, mentre Elizabeth Berkley ha vestito i panni di Nomi Malone in «Showgirls». Sebbene Madonna non abbia dichiarato quale ruolo ha rifiutato nel film di fantascienza del 1999, è probabile che si riferisse al personaggio Trinity, interpretato da Carrie-Anne Moss.

L'anno scorso è stato annunciato che Madonna avrebbe diretto un film sulla propria vita da una sceneggiatura scritta insieme a Diablo Cody. All'epoca, la cantante ha spiegato che ha preferito fare da sola perché le sceneggiature ricevute in passato per una biopic sono state tutte pessime.

«Questo è successo un paio di volte, ho dovuto chiamare direttamente le persone interessate e minacciarle, dicendo che mi sarei presentata di fronte a casa loro a protestare e che avrei reso la vita di tutti una miseria se fossero andati fino in fondo. Così alla fine ho gettato il guanto di sfida».

Madonna è apparsa al Jimmy Fallon Show per promuovere il suo nuovo film concerto Madame X, uscito venerdì.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli