Maggio, il mese ideale per pulire i tappeti di casa

Maggio, il mese ideale per pulire i tappeti di casa
Maggio, il mese ideale per pulire i tappeti di casa

Spesso, maggio è il mese dedicato alle pulizie di primavera in cui si provvede al cambio armadi e a sostituire la biancheria invernale con quella più leggera e fresca per l’estate. Organizzando le pulizie, è utile ricordare anche i tappeti. Esistono metodi semplici che permettono una detersione profonda, anche con prodotti naturali. Purtroppo, proprio per la loro funzione, i tappeti sono un ricettacolo di polvere, sporco e macchie. Per garantirne la pulizia, è bene passare l’aspirapolvere quanto più spesso possibile (sarebbe un’operazione da svolgere quotidianamente), ma è necessario fissare anche una pulizia annuale profonda che permetta di togliere eventuali macchie e garantisca di disinfettare le fibre in profondità.

GUARDA ANCHE: Pulizie in casa? Federica Pellegrini scherza col fidanzato

Possiamo aspirarli, di tanto in tanto, utilizzando il programma dell’elettrodomestico al massimo della potenza e senza l’imboccatura finale così da permettere al tubo di aspirare in modo più efficace briciole e residui più grandi di sporco. Il tappeto andrebbe poi steso all’esterno, su un balcone, e battuto con forza in modo da liberarlo dalla polvere che è rimasta intrappolata. Con una spazzola di plastica è possibile lavarlo usando un detergente delicato e sfregando. Con questa operazione si formerà della schiuma che andrà risciacquata con acqua tiepida. Il tappeto, poi, va lasciato all’aria aperta fino a completa asciugatura.

Maggio, il mese ideale per pulire i tappeti di casa
Maggio, il mese ideale per pulire i tappeti di casa

Tra i metodi naturali più economici e miracolosi restano in vetta alle classifiche l’utilizzo di aceto e il bicarbonato. Per pulire con il bicarbonato bisogna procedere in questo modo: spargere del bicarbonato su tutto il tappeto, inumidire con acqua (poca) e strofinare con delicatezza. Lasciare agire il prodotto per un paio di ore. Quando l’umidità prodotta sarà completamente svanita, passare l’aspirapolvere.

Il secondo alleato è l’aceto, perfetto anche grazie alle sue proprietà disinfettanti e in grado di togliere le incrostazioni. Per utilizzarlo al meglio è necessario riempire una bottiglia da un litro di acqua tiepida, versare due bicchieri di aceto bianco e tre cucchiai grandi di bicarbonato. Questo composto va spruzzato sul tappeto e, dopo aver spazzolato leggermente, il tappeto andrebbe esposto all’aria aperta per una perfetta asciugatura.

Maggio, il mese ideale per pulire i tappeti di casa
Maggio, il mese ideale per pulire i tappeti di casa

Per i tappeti persiani, invece, la soluzione migliore è utilizzare il vapore, ma la procedura è certosina e molto lunga. Innanzitutto è necessario spruzzare dell’acqua calda su tutto il tappeto per ammorbidirne le fibre. Dopo qualche minuto, si può cominciare a indirizzare i getti di vapore su piccole zone del tappeto senza accumulare troppa acqua nello stesso punto. Questa operazione va ripetuta fino a che ogni piccola area risulti perfettamente pulita. È necessario armarsi di tanta pazienza, ma i risultati ripagheranno di ogni fatica. Ricordate: i tappeti persiani non vanno mai lasciati asciugare al sole.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli