Malattie sangue, borse studio Ail a 2 giovani scienziati

·1 minuto per la lettura

Due borse di studio finanziate dall'Ail, Associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma, per sostenere giovani ricercatori impegnati nella lotta contro le malattie del sangue, laureati in Medicina e chirurgia, in Scienze biologiche o in Biotecnologie. Intitolate alla memoria di due big dell'ematologia italiana, Franco Mandelli e Francesco Lo Coco, le borse annuali, del valore di 30mila euro lordi, sono state consegnate al MiCo-Milano Convention Centre in occasione del 48° Congresso Sie (Società italiana di ematologia) e del 16° Congresso Sies (Società italiana di ematologia sperimentale).

La borsa di studio in memoria di Mandelli è stata vinta da Marco Basset (Pavia) per lo studio su imaging molecolare, risonanza magnetica ed ecocardiografico combinato con biomarcatori di malattie cardiache e clonali per prevedere la sopravvivenza e valutare la risposta alla terapia nell'amiloidosi cardiaca Al, si legge in una nota Ail. La borsa di studio in memoria di Lo Coco è stata vinta da Marcella Sabino (Perugia) per la ricerca sul tema: esplorare l'essenzialità della mutazione DNMT3A nel mantenimento della Lma (leucemia mieloide acuta, ndr) e le sue potenzialità nello sviluppo della Lma umana.

Sergio Amadori, presidente nazionale Ail, alla presenza di Paolo Corradini, presidente Sie, ha consegnato i riconoscimenti ai vincitori nel corso della cerimonia inaugurale del congresso, lunedì 25 ottobre nella Sala plenaria del MiCo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli