Malinconia invernale nei bimbi: i consigli

·2 minuto per la lettura
winter blues bimbi
winter blues bimbi

L’arrivo della stagione fredda coincide molto spesso con una sensazione particolare, una sorta di malinconia invernale. Questo sentimento negativo colpisce molto spesso i più piccoli. Winter blues e bambini: di cosa si tratta e come comportarsi? Scopriamolo insieme.

Winter blues e bambini: cos’è

Con l’inizio della stagione più fredda l’umore dei piccoli cambia e aumenta il loro senso di stanchezza: sono questi i primi segnali del “winter blues” dei bambini, ossia una sensazione di malessere e malumore diffusi.

Il Seasonal Affective Disorder (SAD), o Disturbo Affettivo Stagionale, è definito anche “Winter Blues” (letteralmente, “depressione invernale”). Esso comporta un abbassamento del tono dell’umore che sembra verificarsi esclusivamente nei mesi invernali, ed è stato introdotto come diagnosi vera e propria agli inizi degli anni ’90, quando si scoprì che la luce poteva influenzare il sistema circadiano umano, attraverso la soppressione dell’ormone noto come melatonina.

È stato provato che le funzioni cognitive del cervello umano sono profondamente influenzate dall’alternarsi delle stagioni, e questo ha generato l’ipotesi che per l’umore valesse lo stesso meccanismo.

Episodi spiacevoli o traumatici, che si verificano in inverno, possono essere causa del malumore ciclico coincidente con la stagione. Una reazione inconscia dagli effetti evidenti, sulla quale bisogna lavorare insieme al bambino coinvolto, per aiutarlo a riconoscere le proprie emozioni e, così, imparare a gestirle.

Come capire se si tratta di winter blues

Secondo gli esperti della University of Southwestern, uno dei modi per capire se si tratta di semplice malessere passeggero oppure di qualcosa di più serio è verificare che non influenzi i comportamenti dei bambini.

Inoltre, alcuni atteggiamenti e/o comportamenti da tenere sotto controllo sono:

  • ciclici cambiamenti dell’umore all’inizio della stagione invernale;

  • una maggiore stanchezza in concomitanza con un cambiamento dell’umore;

  • miglioramenti nell’umore all’arrivo della primavera.

Come gestire la depressione invernale

Molto spesso non ci si rende conto dello stato di noia in cui si trovano i bambini durante l’inverno. La vita frenetica, le numerose faccende da sbrigare e la stanchezza che invade le mamme in questo periodo dell’anno impedisce di interpretare correttamente alcuni segnali.

Tuttavia, sarebbe auspicabile se, quando ci si accorge anche per un attimo che il piccolo si annoia ed è facilmente irritabile, si cerchi di coinvolgerlo in attività che lo tengano impegnato. Un’idea potrebbe essere, ad esempio, quella di chiedere il suo aiuto in cucina mentre si prepara la cena. In ogni caso, sta di fatto che per rendere un bambino allegro è quasi sempre necessario che la mamma trasmetta l’allegria.