Marco Baldini stava per essere ucciso: ‘Mi hanno portato in un campo e fatto scavare la fossa’


Marco Baldini ha rivelato che una volta stava per essere ucciso dai suoi strozzini. Il conduttore 63enne, a lungo spalla di Fiorello, se l’è vista davvero brutta quando i balordi a cui doveva del denaro lo hanno portato in un campo e gli hanno iniziato a far scavare una fossa.
Ha spiegato: “In quel periodo stavo dando il 20 per cento al mese e avevo un miliardo di debiti e quel mese dovevo trovare 200 milioni che non avevo…”.
“Un giorno un tabaccaio vicino a casa mia mi dice che ha 2 miliardi di marche da bollo rubate e che se riesco a piazzarle, mi becco il 30%. Ero dentro la malavita, così contatto la persona più importante, ma anche la più pericolosa di Milano e gli propongo l’affare”, ha aggiunto, come riporta il Corriere della Sera.
“Poi viene fuori che le marche da bollo sono false, così mi portano in un campo e mi dicono di scavare una buca, mi ci avrebbero buttato dentro, perché gli avevo mancato di rispetto, pensavano che li avessi fregati”, ha proseguito.
“All’improvviso, mentre ero lì che scavavo, ho avuto come una rivelazione, sono uscito dal corpo e mi sono visto dall’alto, ho sentito una calma improvvisa e naturale… Alla fine sono riuscito a convincerli che ero in buona fede e che ero stato truffato anche io…”, ha quindi concluso.