Mariah Carey: la figlia debutta nel mondo della moda

·1 minuto per la lettura

A soli 10 anni, Monroe Cannon, la figlia di Mariah Carey, si prepara a debuttare in passerella.

La bambina sarà infatti volto di una nuova campagna di moda back-to-school, al fianco della famosa cantante.

Madre e figlia presteranno la loro immagine al noto fashion brand dedicato ai più piccoli OshKosh B’Gosh, per la nuova pubblicità Today is Someday, in cui figureranno anche il defunto Muhammad Ali e il duo rap OutKast.

Nella campagna, i personaggi famosi in questione condividono i loro pensieri da bambini attraverso una serie di vignette. Nella clip, la versione giovane di Mariah sarà interpretata proprio da Monroe.

«Quando ero bambina, ero determinata a realizzare i miei sogni», ha condiviso la Carey in un comunicato. «Oggi, in quanto madre, mi riempie di gioia vedere i miei figli poter visualizzare e sviluppare i loro sogni, custoditi nei loro cuori».

«Abbiamo accettato questo progetto perché ci piaceva il messaggio di dare forza ai bambini a sognare in grande e a seguire il loro cammino», ha aggiunto la star.

«Questa campagna rappresenta una nuova e fresca interpretazione di OshKosh B'gosh, che collega il passato al presente e sostiene i sogni, il coraggio e la determinazione dei bambini», ha dichiarato Jeff Jenkins, executive e vicepresidente del global marketing del brand.

«OshKosh è stato un punto fermo dell'infanzia per generazioni. Guardando al futuro, vogliamo celebrare questi stimolanti pionieri con un cenno a chi erano prima di diventare icone, con l'obiettivo di incoraggiare i bambini di tutto il mondo a sognare in grande mentre si avvicina il ritorno a scuola».

La campagna Today is Someday verrà lanciata ufficialmente venerdì 23 luglio.

Monroe e il fratello gemello Moroccan sono nati dal matrimonio tra Mariah e l’ex Nick Cannon.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli