Marilyn Manson: archiviata una causa per violenza sessuale

·1 minuto per la lettura

Una causa per aggressione sessuale contro Marilyn Manson è stata archiviata dal giudice Gregory Keosian.

Secondo il giudice non c’erano prove sufficienti per procedere contro il rocker 52enne.

La donna in questione sosteneva che Manson l’ha violentata e minacciata di ucciderla durante la loro relazione consumata nel 2011.

Il giudice ha stabilito però che l'affermazione era basata su ricordi repressi.

Ora ha 20 giorni per presentare un nuovo reclamo fornendo altri «dettagli da prendere in considerazione», come riferisce Rolling Stone.

Questa è una delle quattro cause intentate quest'anno contro Manson. La prima è arrivata dall'attrice di «Game of Thrones» Esmé Bianco, che ad aprile ha accusato il cantante di stupro e percosse sessuali.

Il mese successivo, l'ex assistente personale del rocker, Ashley Walters lo ha citato in giudizio per aggressione sessuale, percosse sessuali, molestie sessuali e inflizione intenzionale di disagio emotivo.

A giugno è stata la volta della modella Ashley Morgan Smithline, che ha presentato una denuncia in cui accusava Manson di aggressione sessuale, percosse sessuali, inflizione intenzionale di disagio emotivo, traffico di esseri umani e detenzione illegale.

Al di fuori delle cause legali, una dozzina di altre donne hanno affermato di essere state abusate dal cantante, inclusa l'attrice Evan Rachel Wood, che è stata brevemente fidanzata con lui nel 2010.

Manson ha ribadito la sua innocenza, sostenendo che tutte le sue relazioni sessuali sono state consensuali e, a luglio ha presentato una mozione per respingere la causa della Bianco.

Questo mese, inoltre Manson si è dichiarato non colpevole di due semplici reati di aggressione presumibilmente avvenuti durante un concerto nel 2019.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli