Marion Cotillard alla ricerca della sua gatta smarrita rende pubblico il suo numero di telefono

·2 minuto per la lettura

AAA gatta smarrita cercasi. A lanciare l'allarme dal suo profilo Instagram è Marion Cotillard, che proprio ieri ha pubblicato due foto della sua tenera Lily accompagnate da un accorato appello. La gatta, una British Shorthair grigia che vive insieme all'attrice, al compagno Guillaume Canet e ai due figli Marcel e Louise, è scomparsa lo scorso mercoledì e dopo vane ricerche per tutta l'Île-de-France, la regione della campagna francese attorno a Parigi, risulta introvabile. La comprensibile preoccupazione per la giovane e "paurosa" gatta ha spinto Marion ha pubblicare un appello in cui chiede a chiunque l'abbia vista "nel quartiere di Montretout tra la chiesa Stella Matutina e la Rue de la Porte Jaune di Garches" o "nei comuni circostanti" di mandare un messaggio con la propria segnalazione al numero di telefono indicato. Una scelta, quella di rendere noto a milioni di follower un dato così sensibile come il proprio cellulare, che ha suscitato perplessità tra i follower, che hanno cominciato a chiedersi se si tratti davvero del contatto personale dell'attrice o di un numero creato ad hoc per far fronte all'emergenza.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Tra i fan c'è chi esclude che si tratti del numero della Cotillard, ipotizzando invece il contatto di un'amica, che in quel caso – fanno notare ironicamente alcuni – smetterebbe di esserlo in pochi giorni, dopo aver ricevuto decine di telefonate da parte di follower o semplici curiosi, che comporrebbero il numero solo per la curiosità di sapere chi parla dall'altro capo del telefono. Il commento più saggio è arrivato però da un'utente che ha consigliato all'attrice di chiamarla regolarmente a voce alta e di esporre fuori dalla porta la cassettina e la ciotola della gatta, che sentendo il proprio odore ritroverà presto la strada di casa. Non ci resta che sperare che Lily stia bene e non si sia allontanata troppo dalla sua padrona, che per ritrovarla farebbe davvero qualsiasi cosa, anche rinunciare alla sua privacy, che ha sempre custodito gelosamente.