Mascherine chirurgiche: benefici e dove acquistare

mascherine chirurgiche

In commercio, a prescindere o meno dal Coronavirus, il virus che sta scatenando isteria e psicosi, sono tantissime le mascherine che si possono indossare per prevenire contagi e proteggersi da funghi, batteri, ecc. Le mascherine chirurgiche si distinguono in quanto, come dice la parola, sono usate da esperti che lavorano in strutture sanitarie. Ecco come funzionano e i benefici.

Mascherine chirurgiche

La diffusione delle mascherine, soprattutto nelle grandi città, è diventata di uso comune in quanto sempre più soggetti le indossano per evitare contagi e proteggersi da allergeni, pollini e altri virus o batteri. Come dice il termine, si tratta di mascherine usate da coloro che lavorano in strutture sanitarie. Non sono intercambiabili, quindi ognuna è utile in base alla funzione e allo scopo.

Le mascherine chirurgiche sono adatte a chi lavora in strutture sanitarie e hanno lo scopo di limitare la trasmissione di agenti infettivi che possono avvenire tra un soggetto e l’altro in seguito a determinate situazioni, quali interventi, operazioni che si svolgono in questo tipo di ambienti. Non aderiscono perfettamente al viso dal momento che la funzione principale è quella di evitare che il sudore o le gocce di saliva possano entrare in contatto con altri soggetti.

Formata da più strati ed è possibile smaltirla dopo l’uso. Bisogna verificare il tipo di filtro e che sia dotato di una certificazione valida di qualità. La mascherina chirurgica, non appena si è finito di usarla, bisogna gettarla e smaltirla in base a una procedura corretta. Le mascherine chirurgiche, a differenza di altre tipologie, hanno un uso che si limita a poche ore.

Per quanto riguarda i materiali, si tratta di un non tessuto abbreviato con la sigla TNT che consiste in un velo di fibre che possono essere poliestere, viscosa o anche altro. Una mascherina chirurgica, per essere efficace, bisogna indossarla nel modo corretto. Ecco i passaggi da seguire per poterla indossare:

  • Lavarsi correttamente e bene le mani usando un disinfettante
  • Coprite la bocca e il naso con la maschera in modo che non ci siano aperture
  • Sostituitela quando comincia a diventare umida
  • Per toglierla, fare affidamento sui lacci o elastici senza mai toccare la parte frontale
  • Gettarla
  • Lavare nuovamente le mani con acqua o sapone oppure un gel specifico.

Per chi è intenzionato a comprare una mascherina per prevenire il contagio da Coronavirus, sappiate che quelle chirurgiche non sono adatte ed è bene indirizzarsi verso altre tipologie.