Massaggi Ayurveda: cos'è e come si pratica

·2 minuto per la lettura
massaggio Marma benefici
massaggio Marma benefici

Il massaggio Marma è ricco di grandi benefici sia per il fisico che per l’aspetto emotivo. Si tratta di un massaggio completo con cui vengono toccati alcuni punti del corpo conosciuti proprio come Marma. La pratica è prevista dall’Ayurveda e si basa proprio sulla manipolazione di punti specifici che sono riconosciuti come i centri di energia vitale e che sono disseminati sul viso e nel corpo.

Benefici del massaggio Marma

I benefici del massaggio Marma derivano dalla stimolazione di alcuni specifici punti del corpo. Grazie a questa pratica si riesce a stimolare positivamente sia il corpo che anche la mente. Risulta essere una tecnica utile anche per alleviare la sinusite, il mal di testa cronico e le difficoltà respiratorie. Questo massaggio è utile anche per alleviare lo stress e per risolvere il problema dell’insonnia. Questa antica pratica prevista dall’Ayurveda permette anche di migliorare il senso dell’olfatto e anche l’udito grazie alla stimolazione dei punti Marma.

Come farlo

Il massaggio Marma deve essere praticaro da mani esperte per poter ottenere il massimo dei benefici. Nel caso in cui vogliate provare a praticarlo autonomamente su voi stessi, vi consigliamo di lavorare sui punti Marma presenti sul volto. Per farlo, posizionatevi davanti a uno specchio e individuate il punto centrale tra le due sopracciglia. A questo punto spostatevi verso l’alto di circa 2 cm e poi iniziate a massaggiare per un minuto.

Picchiettate delicatamente applicando una leggera pressione con il dito indice di entrambe le mani. Eseguite movimenti circolari tendenti verso l’alto. Per rilassare lo sghurdo vi suggeriamo di continuare il massaggio andando anche verso le tempie alla stessa altezza degli occhi.

Dopo aver terminato il massaggio sentirete immediatamente una sensazione di benessere dovuta al fatto che la tensione è stata eliminata grazie ai movimenti eseguiti. Ci saranno anche dei benefici sul sonno, infatti consigliamo di praticare questa tecnica in modo frequente.