Massimo Gramellini a Vieni da me: “La partenità mi ha cambiato”

massimo gramellini

Nell’ultima puntata di Vieni da me, Massimo Gramellini si è raccontato un po’ a Caterina Balivo. Lo scrittore ha ripercorso i momenti salienti della sua vita: dalla terribile morte di sua madre ai suoi grandi successi, passando per l’amore per Simona Sparaco e per la nascita del loro primogenito.

Massimo Gramellini a Vieni da me

Massimo Gramellini è uno scrittore che sa toccare le corde dell’anima e ha tantissimi fan che non vedono l’ora di leggere i suoi romanzi. Ospite di Vieni da me, non ha potuto fare a meno di parlare di una delle sue creature, ovvero “Fai bei sogni”, nata per liberarsi in un certo modo del dolore per la perdita della madre. Massimo ha raccontato: “Era guarita dal suo brutto male, doveva fare la chemio ma la paura di soffrire ancora l’ha mandata in depressione. Non era più lei, non mi guardava più: pensi di avere qualche problema tu, è il pensiero che ti tormenta per tutta la vita. Il libro è stata una liberazione, volevo condividere e risolvere milioni di esperienze personali e misteri. Quando ho scritto ‘Fai bei sogni’ ho smesso di essere figlio”. La mamma di Gramellini è morta suicida e per lui è stato un grande trauma. Lo scrittore ha aggiunto che, subito dopo la scomparsa della donna, stringeva sempre a sé un suo fazzoletto a pois che era diventato una specie di oggetto su cui sfogare le sue “nevrosi”. Quel semplice pezzo di stoffa era diventato per lui “il ricordo” di sua madre.

L’amore per Simona

Caterina Balivo passa poi ad un argomento più leggero, ovvero l’amore per la moglie Simona Sparaco. Quando Massimo l’ha incontrata è subito rimasto affascinato da lei, nonostante i 18 anni di differenza. Gramellini, sorridendo, ha così raccontato il loro primo incontro: “Lei si è presentata in un albergo a Milano con le scarpe a tacco alto, andando giù dopo tre passi. Si è rialzata ma nessuno ha sorriso: un momento imbarazzante che lei ha superato con un sorriso meraviglioso”. Il primo appuntamento tra i due scrittori è stato ad un concerto di Jovanotti e l’uomo ricorda ancora la terribile emozione mista ad imbarazzo che ha provato: “Andare al suo concerto è stata la nostra prima uscita insieme, lui durante il concerto ha annunciato di dedicare ‘Bella’ all’uomo più romantico presente al concerto, che secondo lui ero io. Io volevo morire”. La Sparaco e Gramellini si sono poi innamorati follemente e soltanto qualche mese fa sono diventati genitori del piccolo Tommaso.

La nascita del figlio

Massimo ha ammesso candidamente che la paternità lo ha cambiato, ma che, a differenza di tanti uomini, ha avvertito questa mutazione fin da quando ha scoperto che Simona era incinta. Gramellini ha raccontato: “Mi ha cambiato prima che nascesse Tommaso: mi sono rimesso in gioco. Essere padre significa assumerti la responsabilità della tua vita”. Come ha scoperto che sarebbe diventato padre? Lo scrittore ha rivelato: “È stato bellissimo: ero su un taxi a Milano, non avevo capito niente. Ad un certo punto sono sceso e l’autista mi ha detto che non eravamo arrivati, io gli ho detto che non ero mai così arrivato nella vita”. Caterina Balivo, come solo lei sa fare, ha regalato ai telespettatori un’intervista speciale, un misto di commozione e sorrisi.