Massimo Wertmüller, l’ironia e la versatilità al servizio del cinema

·5 minuto per la lettura
Photo credit: Pacific Press - Getty Images
Photo credit: Pacific Press - Getty Images

È uno degli attori più presenti nel cinema e nelle fiction tv italiane, anche se spesso con un ruolo da non protagonista: parliamo di Massimo Wertmuller, artista dal cognome importante e dall’indiscutibile bravura. I registi lo chiamano spesso proprio perché è versatile e affidabile, bravo tanto a ricoprire ruoli drammatici quanto quelli comici, dal commissario al guascone, senza alcuna difficoltà. Ha partecipato anche a film internazionali, come per esempio La versione di Barney.

Il suo nome completo è Massimo Wertmüller von Elgg Spanol von Braueich, questo perché la sua famiglia ha origini miste e il cognome viene dalla Svizzera. I suoi famigliari, aristocratici, sono passati anche da Napoli, dalla Basilicata e si sono poi stabilizzati a Roma. Suo nonno, Federico Wertmüller, era un avvocato, originario di Palazzo San Gervasio in provincia di Potenza, trasferitosi poi a Roma, dove sono nati i suoi figli. È proprio nella Capitale che nasce anche Massimo, il 13 agosto del 1956. Ha dunque quasi 65 anni ed è molto innamorato della sua città. E Roma ovviamente fa rima con cinema, che è la sua passione, ereditata da una sua parente che è un pilastro del cinema italiano.

Massimo Wertmuller e il legame con Lina Wertmuller

Massimo Wertmuller e Lina Wertmuller sono imparentati? Se lo chiedono in molti e la risposta è assolutamente sì. Lina è la zia di Massimo, anche se, come lui stesso ha raccontato, non vuole mai essere chiamata zia e per questo lui l’ha sempre chiamata solo Lina.

Fin da bambino, Massimo va sui set dei film diretti da Lina a respirare cinema e inevitabilmente se ne innamora. Il suo esordio nel mondo della recitazione avviene però in teatro, nel 1976, con Luci di Bohème, uno spettacolo che viene anche presentato alla Biennale di Venezia. Frequenta poi, dal 1078, il Laboratorio di Esercitazioni Sceniche diretto da Gigi Proietti presso il Teatro Brancaccio e quello stesso anno succedono due avvenimenti importanti: fonda il gruppo comico La Zavorra con i suoi compagni di corso Rodolfo Laganà, Giorgio Tirabassi, Paola Tiziana Cruciani, Serene Sabet, Patrizia Loreti, Sandra Collodel e Silvio Vannucci; esordisce al cinema nel film di sua zia La fine del mondo nel nostro solito letto in una notte piena di pioggia.

Con Lina Wertmüller lavora poi anche in Scherzo del destino in agguato dietro l'angolo come un brigante da strada nel 1983, Sotto… sotto… strapazzato da anomala passione del 1984, Notte d'estate con profilo greco, occhi a mandorla e odore di basilico del 1986, In una notte di chiaro di luna del 1989. Oltre che al cinema, la zia lo dirige anche nel film tv Francesca e Nunziata con Sophia Loren e Claudia Gerini, che va in onda su Canale 5 nel 2001.

Chi è Massimo Wertmuller e in quali film ha recitato

Massimo Wertmuller continua la sua attività con il gruppo La Zavorra fino al 1984, facendo spettacoli nel teatro di cabaret e anche in tv, in particolare nei programmi Help! su Canale 5 e Al Paradise su Rai 1. In seguito la sua carriera cinematografica decolla e non recita più solo per sua zia, ma anche per moltissimi altri registi, da Franco Rossetti a Carlo Vanzina, da Sergio Corbucci a Ettore Scola, da Luigi Magni a Luciano De Crescenzo e poi ancora Alessandro D’Alatri, Giovanni Veronesi ed è scelto anche da suoi giovani colleghi come Edoardo Leo, che lo dirige in Che vuoi che sia nel 2016, e Francesco Mandelli per Appena un minuto nel 2019.

Photo credit: Mondadori Portfolio - Getty Images
Photo credit: Mondadori Portfolio - Getty Images

Nella sua lunghissima filmografia troviamo film come Il viaggio di Capitan Fracassa di Ettore Scola, Nottataccia di Duccio Camerini, La fine è nota di Cristina Comencini, Cuore cattivo di Umberto Marino, Il cielo è sempre più blu di Antonello Grimaldi, Croce e delizia di Luciano De Crescenzo, Honolulu Baby di Maurizio Nichetti, Commediasexi di Alessandro D’Alatri, L’ultima ruota del carro di Giovanni Veronesi e tantissimi altri ancora.

Anche l’elenco delle fiction e i film tv a cui ha preso parte è estremamente lungo. Lo ricordiamo, per esempio, nei panni del commissario Giorgio Pettenella nella serie Rai La Squadra e in quello del generale Abrami nella serie Mediaset RIS Roma e ancora nel ruolo del politico Mariotto Segni nella serie 1992 di Sky. Di recente lo abbiamo visto anche nelle serie di successo Non dirlo al mio capo e Mina Settembre, entrambe su Raiuno.

Massimo Wertmuller e la moglie Anna Ferruzzo

Sulla sua vita privata Massimo Wertmüller è sempre stato piuttosto riservato. In una intervista rilasciata nel 1993 ha dichiarato di essere divorziato e di non essere diventato padre perché con la ex moglie non si è sentito pronto e perché dopo, da solo, ormai non poteva più farlo. In seguito però ha cominciato a frequentare la collega Anna Ferruzzo, di dieci anni più giovane, con la quale ha anche diretto e interpretato gli spettacolo A memoria nel 2005 e In nome della madre nel 2010.

Photo credit: Ernesto Ruscio - Getty Images
Photo credit: Ernesto Ruscio - Getty Images

Anna è un’attrice molto nota, originaria di Taranto, anch’ella presente in tantissimi film e serie tv, molto attiva pure a teatro. La ricordiamo per esempio in Cado dalle nubi, in cui è la madre di Checco Zalone, in Una questione privata di Paolo e Vittorio Taviani, in cui è la Custode. Tra le tante serie di recente l’abbiamo vista in Made in Italy, in cui è la madre della protagonista. In tv ha preso parte praticamente a tutte le serie più famose, da Distretto di Polizia a Don Matteo, da Che Dio ci aiuti a Il commissario Montalbano.

Massimo Wertmuller e Anna Ferruzzo stanno insieme da molti anni, ma si sono sposati solo nel settembre del 2018. La cerimonia è stata semplice, bucolica e bellissima. Si è svolta in uno storico casale ai piedi del Monte Cimino nel comune di Soriano nel Cimino e a officiare le nozze è stato un amico della coppia, l’immobiliarista Marco Fiorentini.

Erano presenti anche la sorella gemella di Anna, Patrizia Ferruzzo, la zia di Massimo, Lina Wertmuller e tantissimi amici del mondo del cinema e del teatro, inclusi Gigi Proietti, Pino Quartullo e gli ex membri del gruppo La Zavorra.

Anna e Massimo vivono insieme con i loro cani e vi consigliato di seguirli sui social, in particolare su Facebook, perché quasi ogni giorno ci regalano perle di saggezza e umorismo.