Matera è la città con più verde urbano ed è un primato che va celebrato

·2 minuto per la lettura
Photo credit: FILIPPO MONTEFORTE - Getty Images
Photo credit: FILIPPO MONTEFORTE - Getty Images

La bellezza di Matera è (ri)conosciuta in tutto il mondo. La chiamano “la città dei sassi” e proprio per i suoi sassi, dal 1993 è Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Ma Matera, tra le città più antiche e caratteristiche al mondo, è tutt’altro che monocolore. E svetta anzi al primo posto nella classifica del Centro Studi Enti Locali (Csel) commissionato da AdnKronos come capoluogo con la maggior superficie di verde urbano. Nata a partire proprio dalle grotte naturali scavate nella roccia, vanta 60.236.090 metri quadrati di verde, di cui 59.229,010 riferiti a verde storico. Tra i capoluoghi di provincia, quindi, risulta essere quello con una superficie di verde a disposizione di ogni cittadino maggiore, tanto da alzare, insieme a Potenza, la media delle città del sud: 33,7 mq per ogni abitante a fronte di una media nazionale di 31 mq e di una media, nelle città del nord, di 34,8 mq. Il nord Italia mantiene dunque il maggior numero di aree verdi della penisola, mentre il sud conta ancora un terzo di capoluoghi con meno di 9 mq di verde per abitante.

Photo credit: FILIPPO MONTEFORTE - Getty Images
Photo credit: FILIPPO MONTEFORTE - Getty Images

Il verde urbano è il vero e proprio polmone verde delle nostre città, corrisponde infatti a piccoli spazi o porzioni del tessuto urbano dominate dal verde e dalla natura. Oltre ai benefici sulla qualità della vita, fornisce molti benefici ambientali come il filtraggio dell'aria, la micro-regolazione del clima, la creazione di isole acustiche naturali, il drenaggio delle acque piovane e la conservazione della biodiversità. L'ambizione di Matera, con il suo straordinario patrimonio verde, è quella di cambiare le carte in tavola per l’intero meridione. Il prossimo obiettivo è infatti quello di attestarsi come “comune green” e per questo motivo il nuovo piano del verde intende passare da una “funzione prevalentemente ricreativa e ornamentale a un’ottica di salute e benessere delle persone e della città”, come riportato da AdnKronos.

Tra le grandi città, Milano è quella che spende di più per la tutela e la valorizzazione del verde urbano. La città investe 37,65 euro per abitante. Al secondo posto Bologna che supera - di poco - i 30 euro per abitante; mentre con 24,6 euro per cittadino Torino è terza. Roma e Napoli sono le grandi città che spendono meno, rispettivamente 23,72 e 18,31 euro per abitante. Se poi si considerano tutti i capoluoghi di provincia italiani, sono 33,8 i metri quadri di verde urbano disponibili, in media, per abitante. Nel 2019, 31 capoluoghi di provincia su 109, superavano la media nazionale, di cui 18 a nord, 4 nel centro e 9 a sud.


Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli