Matilde Gioli viene nominata Cavaliere della Repubblica e non poteva festeggiare meglio il suo compleanno

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Jacopo Raule - Getty Images
Photo credit: Jacopo Raule - Getty Images

Trentadue anni oggi e Matilde Gioli è Cavaliere della Repubblica. Non poteva festeggiare in modo migliore il proprio compleanno l'attrice milanese, protagonista della serie tv Doc - Nelle tue mani, giunta alla sua seconda stagione. La notizia l'ha colta di sorpresa e non poteva essere altrimenti per un'artista che ha sempre fatto della modestia una delle sue migliori qualità. Se finire sulla prima pagina della Settimana Enigmistica a fine agosto è stato "un sogno che si avvera", come ha confessato lei stessa, per il Cavalierato ha parlato di "un altro scossone forte".

Ad accompagnare la foto del prezioso documento in pergamena con tanto di timbro a secco del Quirinale, le parole dell'attrice: "Cavaliere della Repubblica. Ringrazio il nostro presidente Sergio Mattarella per avermi conferito questo prestigioso riconoscimento, è un onore". Accanto ai ringraziamenti di rito al Capo dello Stato, di cui era stata ospite al Quirinale lo scorso marzo in occasione della festa della donna insieme alla cantante Manuela Cricelli e alla scrittrice Avallone Silvia, Matilde Lojacono, in arte Matilde Gioli, ha voluto dedicare un pensiero al padre, scomparso prematuramente. "Non so cosa darei per vedere la faccia di mio papà. Ovunque tu sia, questo è per te" – ha aggiunto l'artista, nata a Milano, ma molto legata alle sue origini pugliesi e toscane.

Ma perché un tale riconoscimento? Si chiedono alcuni utenti che forse non conoscono molto bene questa giovane, ma promettente attrice. La motivazione non è indicata nel documento ufficiale, ma riguarda gli speciali meriti artistici della Gioli, divenuta nota al pubblico nel 2013 per la sua partecipazione al cast de Il capitale umano di Paolo Virzì, grazie al quale, nonostante fosse al suo esordio cinematografico, vince numerosi premi, tra cui il Premio Guglielmo Biraghi durante i Nastri d'argento 2014 e il Premio Alida Valli durante il Bari International Film Festival. Sempre in quell'anno viene candidata anche per il Ciak d'oro come miglior attrice non protagonista. Dopo aver preso parte a un episodio di Gomorra - La serie, nel 2015 ritorna sul grande schermo con tre film: Solo per il weekend (presentato in anteprima al Montreal World Film Festival), Belli di papà con Diego Abatantuono e Un posto sicuro. Tra il 2015 e il 2016 gira la miniserie televisiva Di padre in figlia, diretta da Riccardo Milani, i film 2night, regia di Ivan Silvestrini, e The Startup, diretto da Alessandro D'Alatri, Blue Kids, opera prima di Andrea Tagliaferri, Mamma o papà? diretto da Riccardo Milani e il cortometraggio Claustrophonia, regia di Roberto Zazzara, presentato al Future Film Festival. Dopo la partecipazione come valletta del remake del programma Rischiatutto, condotto da Fabio Fazio e il Premio Afrodite come miglior attrice emergente, nel 2017 la ritroviamo nel cast della pellicola La casa di famiglia, diretta da Augusto Fornari, mentre nel 2018 interpreta Ancella nel film Moschettieri del re - La penultima missione di Giovanni Veronesi. E scusate se è poco.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli