Matthew McConaughey, governatore del Texas: «Ci sto ancora pensando»

·1 minuto per la lettura

Matthew McConaughey è il lizza come governatore del Texas.

Nelle ultime ore l’attore è apparso nel podcast “Set It Straight: Myths and Legends”, dove è stato interrogato sul suo futuro politico.

Di recente un report l’ha confermato in testa nei sondaggi: prima del rappresentante Beto O’Rourke e dell’attuale governatore Greg Abbott.

«Il lavoro del governatore? Lo sto misurando», ha risposto Matthew McConaughey.

«Immagino che potrei essere una sorta di politicante... è solo che sono più uno statista folk e filosofo-poeta che un politico, di per sé, definitivo. Quindi penso che mi darò una chance. Beh, non vedo nemmeno un motivo per non provarci. D'altra parte, questo è esattamente il motivo per cui dovrei farlo perché la politica ha bisogno di una ridefinizione. Ci sto comunque riflettendo e nel frattempo divago chiedendomi: “Qual è la mia categoria? Qual è la mia ambasciata?”».

Sebbene molti elettori si mostrino a favore nei confronti dell'attore, McConaughey non si è (ancora) allineato con nessun partito politico.

«Devo rimanere un artista. Mi sono guadagnato il diritto di godermi quella parte della vita del sabato sera, quella parte della vita musicale - ha continuato Matthew -. Deve risuonare. Sono molto bravo ad essere diligente: adoro il lunedì mattina, sono pratico, strutturato - sono tutto questo. Ma devo continuare ad essere un artista».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli