Mayo: menù e come funziona il regime alimentare

·2 minuto per la lettura
dieta mayo
dieta mayo

La dieta chetogenica Mayo è un regime alimentare messo a punto tra gli anni ’70 e ’80. Questa dieta prevede una restrizione calorica di 14 giorni, che mira a far perdere diversi chili di peso. Ma è davvero sostenibile e salutare?

La dieta Mayo funziona davvero?

La dieta Mayo prevede la divisione dell’ammontare calorico complessivo al di sotto di 1000 kcal in tre pasti giornalieri: colazione, pranzo e cena.

Menù

Secondo la dieta Mayo, la scelta degli alimenti deve seguire alcune indicazioni ben precise. Sono assolutamente vietati gli zuccheri aggiunti e gli alimenti dolci, i legumi e le patate. Sono banditi anche latte, latticini, cereali e derivati, ma sono concessi una fetta di pane al giorno e uno yogurt in 14 giorni di dieta. anche gli ortaggi sono aboliti, con l’unica eccezione di sedano, pomodori, cetrioli, insalata e spinaci. L’unico frutto concesso è il pompelmo.

Via libera a tè e caffè a volontà, ed è consigliato consumare dalle 6 alle 36 uova settimanali. Per sostituire le uova, si possono mangiare carne e pesce magri alla griglia o al vapore.

Sono aboliti tutti i condimenti, ad eccezione di quelli per i contorni.

Nel corso dei 14 giorni della dieta Mayo, occorre consumare 11 pasti a base di uova, 10 a base di carne, 3 a base di pesce, 2 a base di frutta e 1 a base di yogurt.

Controindicazioni

La dieta Mayo è un regime alimentare dietetico molto estremo, per nulla bilanciato e salutare visto che è carente sotto tutti gli aspetti nutrizionali.

Questo regime alimentare, infatti, non tiene conto del fabbisogno di micronutrienti, causando carenze saline e vitaminiche non indifferenti.

Per quanto riguarda i macronutrienti, si prediligono proteine e grassi animali insaturi, con una gran quantità di colesterolo. Nonostante questo l’apporto proteico risulta insufficiente, soprattutto perché mancano carboidrati e lipidi che determinano il depauperamento della massa muscolare.

La dieta Mayo non è salutare e, sul lungo periodo, si rivela completamente inutile. Se infatti, nei 14 giorni di dieta, si verifica un calo repentino di peso, tutti i chili persi verranno poi ripresi alla fine del regime alimentare.

Non solo, il calo di peso che si verifica determina non solo la perdita di adipe, ma anche di massa muscolare e probabilmente di massa ossea e cutanea, risultando quindi molto pericoloso per la salute. In definitiva, meglio evitare la dieta Mayo per dimagrire.