#MCscreenshot non lo chiameremo "come vestirsi in casa", o forse sì

Di Chiara Tiso
·7 minuto per la lettura
Photo credit: Artwork by Chiara Tiso - Getty Images
Photo credit: Artwork by Chiara Tiso - Getty Images

From Marie Claire

"La tentazione di rispondere alla domanda sulle cose che mi rappresentano con QUESTA canzone è altissima. Ma vi dirò di più. Sono Chiara Tiso, 28 anni, Leone, nata e cresciuta a Treviso dove mi sono laureata in fashion design allo Iuav. Lavoro come stylist e creative/digital consultant a Milano. Mangio solo pizza con i wurstel e CocaCola senza ghiaccio ogni singolo venerdì della mia vita. Ogni volta che vado nelle mie montagne (le Dolomiti) mi viene da piangere da quanto sono belle. Da anziana sogno di essere come Marta Marzotto e passare le mie giornate a creare ghirlande di fiori. Non guardo mai per terra quando cammino. Uno dei miei (tanti) progetti si chiama @bringbackpolyvore_please ed è una raccolta via Instagram di tutti i look che noi e le nostre personalità vorremmo indossare ogni giorno. Ma anche un modo per ricordare al mondo quanto ci manchi Polyvore (!).

Mai come nel 2020 abbiamo passato così tanto tempo in casa, le scuole di pensiero riguardo al giusto abbigliamento sono state infinite dal “mi vesto comunque come se dovessi uscire” al “mi trucco anche se indosso pigiama e pantofole”. Siamo sincere, era ovvio che in call ci vestivamo solo sopra per fare bella figura e sotto regnava il caos… Calzini con le dita, pigiami Natalizi, macchie di cappuccino mai andate via. In questo secondo appuntamento della rubrica #MCscreenshot parliamo di comfortwear, loungewear, bedwear… Insomma, come vestirsi per stare in casa ovvero l’homewear da sogno che non ci farebbe sfigurare di fronte a nessuna webcam, corriere o portinaio.

#MCscreenshot 1 // “Nella mia shopping list solo aspirapolvere smart e cashmere”
Fare del layering con la maglieria è un’arte per pochi ma crea dipendenza, inizi con un calzino in mohair e ti ritrovi catapultata nello chalet nel Surrey di “L’amore non va in Vacanza”… Piena di maglioni fatti a mano ma senza Jude Law.

Photo credit: Courtesy / Artwork Chiara Tiso
Photo credit: Courtesy / Artwork Chiara Tiso

Il bra di Khaite è diventato il pezzo più iconico del brand americano, dopo che Katie Holmes era stata paparazzata indossandolo abbinato al cardigan mentre attraversa la strada come se fosse in una puntata di Sex and the City. Noi non miriamo a quel risultato, tranquille, ci accontentiamo di stare al caldo sui nostri divani, ecco quindi il pullover con zip di Nanushka e i super comfortable shorts di Live the Process, altro brand statunitense specializzato in activewear e che ora ha introdotto anche una linea in seta e poliestere riciclato.

The Wilds è la vostra nuova serie preferita e nonostante l’abbiate appena terminata siete pronte a cominciarla di nuovo, tanto alla sera non avete davvero niente di meglio da fare.

Le ballerine al posto delle pantofole? Super chic, già vi vedo a pulire casa con il vostro aspirapolvere super smart e queste Flattered ai piedi. Se non conoscete il brand, ve ne innamorerete perdutamente, è il mix perfetto tra la semplicità scandinava e la sensualità mediterranea.

Vi è stato regalato per Natale ma non potendo invitare amici a casa non lo avete nemmeno ancora tolto dalla scatola, il forno per pizze di Ooni è l’oggetto dei desideri di chi organizza “pizza party” ogni settimana.

Il tavolino da caffè è uno di quei pezzi d’arredamento che vi siete rese conto essere fondamentali per la vostra esistenza, questo è il Mag Coffee Table di Daniel Schofield ed è disponibile in 4 diversi colori. Meno indispensabile ma da comprare anche solo per il nome è il Pesce Molly Decanter di Massimo Lunardon, ovviamente tenete fuori da lui i vostri pesciolini rossi.

Routine per la sera? Indossare un lipgloss colorato by Dior come se doveste uscire per l’aperitivo, avvicinarvi senza dare nell’occhio alla vostra mascherina (DA NOTTE) di Desmond & Dempsey così da essere pronte ad indossarla in caso il sonno vi assalga durante il film che state guardando e last but not least… Attivare il vostro sleep monitor di Livlab perché il vostro bilocale sarà anche nella posizione più comoda della città ma ad ogni metro e tram vibrano anche i bicchieri nelle credenze.

#MCscreenshot 2 // Chill a livello agonistico
In un’era in cui dire che si è stressati per il lavoro è la frase d’apertura più popolare di ogni conversazione essere degli zen master non è certo una cosa da tutti. L’ultima volta che vi siete goduti una giornata senza pensare ai problemi della vita? MAI.

Photo credit: Courtesy / Artwork Chiara Tiso
Photo credit: Courtesy / Artwork Chiara Tiso

Pigiama, nella sua essenza più pura e classica, di cotone a righine bianche e azzurre, magari appena stirato. Sentite anche voi quella bellissima sensazione di calore misto sonno che vi pervade? Perfetto, Tekla credo che abbia assoldato dei veri e propri scienziati per farvi provare questa gioia quando indossate i loro pigiami o vi rotolate nelle loro lenzuola.

Nulla vi potrà scalfire nella strada verso il raggiungimento della pace interiore quindi nessuno spiffero dovrà sfiorarvi. Calzettoni con le dita fondamentali, se Balenciaga direi ancora meglio. Cardigan di cashmere con fiori di Barrie, morbidissimo come un abbraccio. Ballerine di montone di Marni, nella foto non si capisce quale sia la punta e il tacco ma forse è proprio questo il bello, non importa mettile come capita tanto nessuno ti vedrà. Finisco con la borsa dell’acqua calda in lana di The Conran Shop, non potete opporvi, lo so che pensate sia una cosa da nonnine ma il benessere è tale che vi ricrederete.

È il momento buono per godervi tutte le ultime uscite dei vostri artisti preferiti, tra le mie c’è sicuramente Surf dei Blackstarkids.

Luce naturale e al tramontare del sole, una calda luce soffusa. Pezzone dal design pop è la lampada “Eclisse” di Vico Magistretti disegnata per Artemide nel 1967.

Cominciate ad annoiarvi? Fate un puzzle, uno facile, a forma di Pizza… Prima di ordinarne una vera.

Sui capelli un cerchietto in seta di Jennifer Behr e per dormire la maschera con ricamato l’arcobaleno e i cuori di Morgan Lane che disegna anche una bellissima linea di costumi e lingerie super sweet.

#MCscreenshot 3 // Scena di Carrie Bradshaw a capodanno in Sex and The City – il film
Proprio così ma senza la pelliccia e cappellino all’uncinetto.

Photo credit: Courtesy / Artwork Chiara Tiso
Photo credit: Courtesy / Artwork Chiara Tiso

Sleeper è stato fondato nel 2014 dopo che una delle creatrici una notte ha sognato di trovarsi nel bel mezzo di una fabbrica di pigiami. È l’inizio di una bellissima storia di amicizia e amore per tutto quello che è l’abbigliamento da casa (pantofole, joggers, pigiami con le piume...!).

Se sapessi fare l’oroscopo o leggere le carte mi credereste di più se vi dico che Bridgerton è il vostro telefilm preferito insieme a infinite maratone per riguardarvi Dawson’s Creek.

Le candele sono la vostra ossessione? Avete trovato i tutorial su TikTok per fare quelle tutte stondate ma il risultato è stato un disastro? Bene, è il momento di rinunciare, è evidente che l’arts and crafts non fa per voi e che è meglio che regaliate il sacchetto di stoppini trovato in offerta su Etsy per comprarvi una di queste candele di Caia.

Se visitate il sito di D.S & Durga e cominciate a leggere le descrizioni dei loro profumi vi troverete con gli occhi lucidi da quanto sono evocative e romantiche. Rose Atlantic è uno dei loro cavalli di battaglia.

Anelli, immancabili. Il Diva ring di Mondo Mondo e quello placcato d’oro e smaltato di viola di Joanna Laura Constantine.

A coccolarvi il cuscino con la "Femme Au Chapeau’ di Picasso. Jules Pansu è uno dei più antichi tappezzieri di Parigi e ad oggi l’azienda è gestita dalla quarta generazione di figlio/nipoti. Il loro negozio non si è mai spostato da Rue du Faubourg Poissonnière ma visto che per un po' non potremmo ancora viaggiare, potrete ammirare tutte le loro splendide federe online. Non vi resta che scegliere quella dei vostri artisti preferiti e collezionarle.

Il vostro preziosissimo sonno è garantito dalla mascherina in seta di Slip e dal cuscino per il collo in lana di Lauren Manoogian.