Meghan Markle si difende dalle accuse della sorella: ‘Non parlavo di fatti oggettivi’


Meghan Markle ha spiegato che la descrizione della sua infanzia fatta nell’intervista rilasciata lo scorso anno a Oprah Winfrey non voleva raccontare “fatti oggettivi”. La Duchessa del Sussex è stata infatti portata in tribunale dalla sorellastra Samantha Markle proprio a seguito di quell’intervista televisiva. Secondo quest’ultima Meghan avrebbe fatto “affermazioni false e malevole” nei suoi confronti.
Ora il team legale di Meghan ha sottolineato come la Duchessa abbia rilasciato dichiarazioni soggettive quando ha detto di “essere cresciuta come figlia unica”. Gli avvocati sostengono che la descrizione fatta da Meghan della sua storia familiare non può essere falsa perché è “un esempio da manuale di quello che una persona percepisce della propria infanzia”.
Secondo il Daily Telegraph il gruppo di legali che difende la moglie del Principe Harry avrebbe risposto così alle accuse: “Plaintiff (Samantha, ndr) sostiene di poter provare che Meghan non è cresciuta come figlia unica. Ma questa percezione non può essere falsificabile. E’ difficile immaginare una sensazione più personale e soggettiva di come qualcuno vede la propria infanzia. Inoltre le accuse ignorano completamente il contesto dell’affermazione, ovvero la domanda di Ms Winfrey a Meghan riguardo il suo rapporto con la sorellastra. La risposta di Meghan in cui afferma di essere cresciuta come ‘figlia unica’ non voleva ovviamente essere la descrizione di una cosa oggettiva riguardo il fatto di non avere fratelli o fratellastri biologici. Piuttosto era un esempio da manuale di quello che una persona percepisce della propria infanzia”.
Samantha ha inoltre intrapreso un’azione legale per alcuni passaggi del libro biografico sulla vita di Meghan e del Principe Harry scritto da Omid Scobie e Carolyn Durand. In questo caso gli avvocati della Duchessa hanno sottolineato che Meghan non può essere accusata di nulla visto che non ha scritto lei il libro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli