Mika: ‘Ho sempre paura di perdere la mia casa’


Mika, intervistato da "Sette", ha ripercorso alcuni dei momenti più difficili della sua vita, dalla guerra alla morte della madre.
Il cantante è fuggito da Beirut insieme a tutta la sua famiglia per scampare dalla guerra quando aveva solo due anni.
"Non ho ricordi, avevo due anni. Potevamo parlare di vestiti o di scuola, ma si finiva comunque lì, alla guerra. Quel senso di vita che si ferma in continuazione, riparte e si ferma, insieme alle contraddizioni: cadono le bombe e i ristoranti cercano di aprire", ha raccontato.
Il 39enne ha poi rivelato di aver perso la casa per ben tre volte a causa dei debiti.
"Tre volte, nonostante fossimo sul punto di perderla sempre, vivevamo con la minaccia costante sulla testa. Noi figli eravamo istruiti su cosa dire a chi bussava alla porta per riscuotere i debiti. I creditori venivano a bussare alla porta ma gli adulti si nascondevano sotto al letto. Se ne andavano. Certo, sarebbero tornati, ma intanto noi avevamo salvato la casa per un altro giorno", ha confidato.
Nonostante il successo internazionale abbia portato anche una certa quantità di denaro, Mika ha ammesso di avere ancora paura di perdere la casa.
"Vivo ancora nel terrore di perdere la casa. Ogni giorno", ha dichiarato.
Sono stati anni difficili prima che arrivasse il successo.
"Mia madre ha venduto tutti i suoi gioielli per mantenerci. Così quando ho potuto, le ho regalato smeraldi e diamanti", ha detto.
Michael Holbrook Penniman Jr, questo il suo vero nome, ha infine parlato della morte proprio della mamma, Joannie, scomparsa a febbraio del 2021 dopo una lunga lotta contro un tumore al cervello.
"Mia madre è morta per un tumore al cervello. La mia vita senza di lei ho dovuto inventarla. Il mio motto ora è: non vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo, ma vivere ogni giorno come se fossi morto. Visto da quella prospettiva è tutto meraviglia", ha chiosato.