Milano, da gennaio sarà vietato fumare negli spazi pubblici

Primo Piano
·2 minuto per la lettura

Dall’1 gennaio 2021 a Milano sarà vietato fumare alle fermate dei mezzi pubblici, nei parchi, all’interno dei cimiteri e delle strutture sportive, come gli stadi. Più in generale sarà proibito accendersi una sigaretta nel raggio di 10 metri da altre persone. Dall’1 gennaio 2025, invece, il divieto di fumo sarà esteso a tutte le aree pubbliche all'aperto.

È quanto prevede “Regolamento per la qualità dell’aria” firmato a Palazzo Marino, che in una nota ha spiegato: “Si tratta di provvedimenti che hanno un duplice obiettivo: aiutano a ridurre il Pm10, ossia le particelle inquinanti nocive per i polmoni e tutelano la salute dei cittadini dal fumo attivo e passivo nei luoghi pubblici e frequentati anche dai minori”.

VIDEO - Fumo grande nemico del cuore, medici a lezione di 'riduzione del danno'

Ma non è tutto. Il nuovo “Regolamento per la qualità dell’aria” prevede anche le seguenti novità:

  • L'obbligo per tutti i punti di vendita di carburante di dotarsi di infrastrutture di ricarica elettrica entro l’1 gennaio 2023.

  • La regolamentazione dell'utilizzo di legna per alimentare i forni delle pizzerie, che a partire dal 1° ottobre 2022 dovrà essere di "classe A1".

  • Per quanto riguarda gli esercizi commerciali, sarà obbligatorio tenere le porte chiuse entro il 1° gennaio 2022.

  • Stop, a partire dal 1° ottobre 2022, ai generatori di corrente con motore a combustione interna alimentati a gasolio o a miscela (olio e benzina) per le attività di commercio o somministrazione di generi alimentari su aree pubbliche che necessitano di sistemi per la conservazione, la refrigerazione o la cottura degli alimenti.

  • Stop, già a partire dall'anno in corso e comunque nel periodo compreso tra l’1 ottobre e il 31 marzo, a fuochi d'artificio e barbecue.

VIDEO - Che cos’è il morbo di Crohn