A Milano la prima statua dedicata a una donna sarà per Margherita Hack, astrofisica e mito

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Valerio Pennicino - Getty Images
Photo credit: Valerio Pennicino - Getty Images

Nell'epoca della cancel culture dove interi programmi di studio vengono cancellati e statue antiche vandalizzate perché considerate offensive, a Milano c'è chi si batte per edificarne di nuove, ma con un occhio alla gender equality. Dei 121 monumenti che attualmente punteggiano la città, nemmeno uno infatti è dedicato a una donna. Uno squilibrio inaccettabile a cui la Fondazione Deloitte, in co-progettazione con Casa degli Artisti e con il sostegno del Comune di Milano – Ufficio Arte negli Spazi Pubblici, ha deciso di porre rimedio commissionando la prima statua femminile.

Photo credit: Valerio Pennicino - Getty Images
Photo credit: Valerio Pennicino - Getty Images

Dopo un’attenta analisi volta a individuare il profilo più adatto, la scelta è ricaduta su Margherita Hack, l'astrofisica, accademica e divulgatrice scientifica fiorentina, scomparsa nel 2013. Pioniera nel suo campo e libera pensatrice anche al di fuori delle materie Stem, nel 2022 ricorrerà il centenario della sua nascita, che verrà celebrata con la donazione alla città di Milano del monumento e la sua inaugurazione nella primavera del prossimo anno. "Sono certa che questo sia solo l'inizio di una lunga serie di azioni positive – ha detto la consigliera comunale del Pd, Angelica Vasile, promotrice della mozione che chiedeva proprio l'intitolazione di statue a figure femminili in città – perché una società più giusta ed equa passa anche dal riconoscimento del grande contributo delle donne alla scienza, all'arte, alla storia, alla letteratura, e anche alla conquista della democrazia nel nostro Paese".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Il progetto di realizzazione è già partito. Casa degli Artisti sta invitando una selezione di artiste italiane e internazionali a partecipare al concorso di idee. Il progetto vincitore sarà selezionato da una giuria di esperte ed esperti: l’artista vincitrice sarà in residenza a Casa degli Artisti, che le fornirà il supporto necessario alla realizzazione dell’opera. La scultura, infine, verrà donata al Comune di Milano e Fondazione Deloitte si farà carico della manutenzione per gli anni a venire.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli