The Millionaire, stasera in tv una storia d'amore dolceamara che ti farà piangere copiose lacrime

Di Roberta Cecchi
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Kevin Mazur - Getty Images
Photo credit: Kevin Mazur - Getty Images

From Cosmopolitan

The Millionaire è uno di quei film che ti lasciano con l’amaro in bocca e la sensazione di aver appena preso un pugno allo stomaco che ti ha messa completamente KO. Sì, la pellicola a tratti è molto cruda e racconta una realtà lontana anni luce dalla nostra, dove i bambini giocano nelle discariche e vivono per strada, tra povertà e violenza, mentre i ricchi proseguono le loro vite agiate in case di lusso e con mazzette di rupie nelle tasche. Nonostante la brutalità di moltissime scene ciò che però rimane più impresso di questo film è la meravigliosa storia d’amore che lega i due protagonisti Jamal e Latika i quali, conosciutisi da bambini, finiscono per rincontrarsi da adulti, dando finalmente libero sfogo a quell’amore mai assopito nato in tenera età.

Una storia travolgente, difficile e piena di ostacoli la loro ma che però, nonostante tutto e tutti, riesce a superare ogni prova, facendoli riunire quando ormai sembrava impossibile. In The Millionaire si piangono copiose lacrime ma ne vale la pena, poiché le emozioni che ci riesce a regalare questo film sono indescrivibili e meritano di essere vissute una ad una, comprese le più negative. Slumdog Millionaire (titolo originale di The Millionaire) racconta il difficile e lungo viaggio di Jamal Malik, un orfano indiano interpretato dal sempre bravissimo Dev Patel, il quale gira tutta l’India alla ricerca del suo amore perduto Latika (aka la meravigliosa Freida Pinto) finendo per ritrovarsi concorrente nella versione indiana dello show televisivo Chi Vuole Essere Milionario? dove, ovviamente, riesce a vincere il premio finale.

Questa è la trama in breve, anzi in brevissimo, visto la pellicola è molto più di tutto questo poiché a fare da sfondo alla storia tra Jamal e Latika c’è un’India quasi inedita fatta di bambini sfruttati, picchiati e torturati volontariamente in modo da fare più tenerezza quando vengono mandati per strada a chiedere l’elemosina, riuscendo così a raccogliere molto più denaro. C’è la diffusione delle armi e delle pistole, che vengono utilizzate dalla malavita con incredibile nonchalance, per non parlare poi dell’importanza che può avere il denaro in paesi come questi dove i ricchi riescono a vivere mentre i più poveri soccombono finendo per prostituirsi, rubare ed entrare in giri sbagliati o, in alternativa, restare sulla retta via per poi morire di stenti. Jamal Malik e suo fratello Salim sono cresciuti nella baraccopoli di Mumbai insieme alla madre, ma quando questa viene uccisa decidono di fuggire incontrando per la prima volta la piccola Latika. Il trio inizia così il suo lungo viaggio non privo di difficoltà, con Jamal che si ritrova improvvisamente solo e in balia di un mondo spaventoso, dove la discriminazione nei confronti dei poveri è talmente plateale da essere quasi ostentata.

Persino la polizia ha un ruolo negativo qui, con Jamal che viene torturato nei modi più terribili (anche se è innocente) mentre le forze dell’ordine fanno affari con la malavita della zona, intascando mazzette e “sigillando affari d'oro sottobanco”. In The Millionaire i ricchi opprimono i poveri, ai quali non è mai concessa la possibilità di un riscatto o di poter dare una svolta alle loro vite, un po’ come a dire che chi nasce in una situazione di difficoltà non ha diritto di riscatto. Nonostante lo scempio a cui si sassiste ciò che più rimane nel cuore in questo film è la totale devozione di Jamal nei confronti di Latika (tra l'altro sul set è scoppiato per davvero l'amore tra Freida e Dev), alla quale lo lega un amore profondo e indissolubile che nemmeno il tempo è riuscito a scalfire. La scena finale (di cui non faremo *spoiler*) è il perfetto coronamento di una “storia da sogno” dove si dimostra che il riscatto è possibile, così come la possibilità di un futuro migliore.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli di Cosmopolitan direttamente nella tua mail.

SCIRIVITI QUI