Minestra maritata: la ricetta napoletana originale

minestra maritata ricetta napoletana originale

La minestra maritata è tipica della cucina partenopea e affonda le sue origini in antiche tradizioni. La ricetta napoletana originale della minestra maritata, ad oggi, viene preparata soltanto per il classico pranzo del 26 dicembre.

Storia della minestra maritata

Questa minestra era nota anche come pingato grasso, a causa delle sue origini spagnole.
Si chiama così in quanto il termine “maritata” sta a significare che si promette una sposa. La classica minestra maritata è costituita sia dalla carne che dalla verdura che creano un favoloso “matrimonio” tra loro. Seppur abbiano dei sapori alquanto diversi il gusto di entrambi accostati insieme va come si suol dire a nozze.

Questo antico piatto napoletano è protagonista primariamente tra le famiglie partenopee durante le feste natalizie coi suoi deliziosi profumi e sapori di un tempo.
Certamente si deve tener presente che si tratta di una portata con una preparazione molto lunga.

Minestra maritata: ricetta napoletana originale

  • 600 gr di maiale;
  • 600 gr di cotica;
  • mezzo chilo di scarola;
  • mezzo chilo di torzelle;
  • 1 cavolo;
  • 1 cipolla;
  • 1 carota;
  • 1 costa di sedano;
  • olio extravergine di oliva;
  • sale q.b..
  1. Si può procedere cominciando a tagliare a pezzi la carne e a lavar accuratamente la verdura.
  2. Dopodichè si dovranno sminuzzare tutti gli ingredienti che andranno a formare il soffritto che si provvederà a cucinare per una manciata di minuti in olio bollente.
  3. Successivamente ci sarà bisogno di aggiunger parecchia acqua in modo tale da riuscire a contenere e coprire bene tutte le parti della carne.
  4. A questo punto si continuerà la cottura per almeno un paio di ore utilizzando la fiamma alquanto bassa.
  5. Una volta raggiunta la cottura perfetta è importante far prima raffreddar bene il brodo, per poi proseguire sgrassandolo minuziosamente e filtrandolo.
  6. In seguito in una casseruola a parte si andranno a cucinare le verdure e quando l’acqua comincerà a bollire si potrà scolare e riportare nel tegame dove si trova la carne.
  7. Cuocere dunque a fiamma bassa per 10 minuti e solo dopo aver eseguito tutti questi passaggi fondamentali potrete asserire di aver fatto una squisita e gustosissima minestra maritata.
  8. Ora non dovrete fare altro che gustarvela a pieno insieme ai vostri ospiti.