Mio figlio urla quando lo lascio all'asilo. Cosa devo fare?

·3 minuto per la lettura
il bambino urla quando va all'asilo
il bambino urla quando va all'asilo

Il bambino urla quando va all’asilo e non sai come risolvere questa problematica? Potresti essere in grado di venire a capo di questa situazione ponendoti una serie di domande. Come si comporta quando finalmente ti sei allontanata da lui e sei andata al lavoro? È una delle tante situazioni, per esempio, in cui una madre è infelice per metà giornata e il suo bambino per mezz’ora, o continua ad essere triste e distratto molto tempo dopo che tu sei uscita? Soprattutto, come ti senti in questo ambiente di asilo e nella tua nuova sistemazione lavorativa?

Se sei fondamentalmente contenta del posto e sicura che il tuo equilibrio lavoro-casa sia a posto, il tuo bambino probabilmente si adatterà velocemente. Se non sei sicura che la qualità delle sue cure sia molto buona, anche tuo figlio probabilmente rimarrà insicuro – e forse dovrebbe.

A seconda delle risposte a queste domande, ci sono dei passi che puoi fare per rendere il processo più facile per tuo figlio – e per te. Il primo è quello di farsi un’idea più precisa della giornata di tuo figlio lontano da te. Lasciarlo la mattina e riprenderlo ore dopo non ti dà una buona idea di quello che fa quando non ci sei. Hai bisogno di vederlo in momenti diversi e non pianificati della giornata, senza che lui ti veda.

Alcuni asili hanno telecamere installate in modo che i genitori possano vedere dall’esterno (alcuni hanno anche un feed live su Internet che puoi vedere dal tuo ufficio!) La maggior parte ha una particolare finestra o una fessura della porta che è un punto di osservazione accettato e non intrusivo per i genitori. In caso contrario, potresti dover sbirciare.

il bambino urla quando va all'asilo consigli
il bambino urla quando va all'asilo consigli

Cosa fare se il bambino urla quando va all’asilo

Parla con chi si prende cura di tuo figlio (e con il tuo capo) e, con la loro collaborazione, ricomincia il processo di sistemazione di tuo figlio all’asilo. Questa volta, però, fallo molto più gradualmente. Nel corso di una settimana, rimani lì con lui un giorno intero, senza lasciarlo affatto. Il giorno dopo, rimani fino a quando non è ragionevolmente a suo agio, poi vai via per una mezz’ora. Il giorno dopo, vai via per un paio d’ore. Durante gli ultimi due giorni della settimana, passa metà della giornata con lui, e poi esci per l’altra metà.

Mentre sei al suo asilo, sforzati di mostrare a tuo figlio che tu e la sua maestra andate d’accordo, che ti fidi di lei e che sa sempre dove sei. Usa anche la tua nuova conoscenza del posto per avvicinare casa e asilo: ogni libro e giocattolo duplicato aiuterà tua figlia a sentirsi più a suo agio quando è lontana da casa. Queste tecniche possono rendere meno invalidante l’ansia da separazione.

Infine, considera se lo stress di vederti effettivamente partire potrebbe essere responsabile di una buona parte del dolore di tuo figlio. Il modo più semplice per scoprirlo è di fare in modo che suo padre o un amico intimo la portino all’asilo. In questo modo ti lascia dove gli piace pensare a te: al sicuro a casa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli