Mizrahim, Costa Brava, Erasing Frank: i colpi di fulmine di oggi a Venezia 2021

·2 minuto per la lettura
Photo credit: courtesy
Photo credit: courtesy

Le recensioni dei nostri colpi di fulmine dalle sezioni collaterali di Venezia 2021. Il meglio della 78 esima Mostra del Cinema di Venezia.

MIZRAHIM, LES OUBLIÉS DE LA TERRE PROMISE di Michale Boganim (Giornate degli autori)

Photo credit: courtesy
Photo credit: courtesy


Non tutti sanno che i Mizrahim, ossia gli ebrei che arrivano in Israele provenienti da Paesi arabi, sono guardati con diffidenza, al contrario degli Ashkenazim. Ecco allora che a partire dalla lotta del padre negli Anni ’70 contro l’establishment e i pregiudizi, nasce l’occasione per una riflessione più ampia attraverso un road movie documentario.

Ci piace perché: Michale Boganim, ebrea, di origine marocchina, con studi di cinema a Parigi e Londra, rivela una forza cinematografica e di analisi di inedita e prepotente intensità.

COSTA BRAVA di Mounia Akl (Orizzonti Extra)

Photo credit: courtesy
Photo credit: courtesy


Questa volta siamo invece in Libano, dove vive la famiglia Badri, che per sfuggire all’inquinamento di ogni tipo che pervade Beirut si è trasferita in una casa di montagna. Almeno sino a quando viene piazzata una discarica proprio accanto a loro.

Ci piace perché: Mounia Akl ha reclutato due attori magnifici come Saleh Bakri e Nadine Labaki per dare ulteriore forza a un racconto metaforico sulla ricerca della felicità in un territorio tormentato.

ERASING FRANK di Gábor Fabricius (Settimana della critica)

Photo credit: courtesy
Photo credit: courtesy


La stupenda provocazione punk non ha mai avuto vita facile. Da nessuna parte. Figuriamoci nel 1983 dell’Ungheria comunista. Infatti la musica e le parole di Frank sono politiche e sovversive, al punto da farlo rinchiudere in ospedale psichiatrico. Le medicine fanno il loro sporco lavoro. Ma non è detto.

Ci piace perché: in un mondo cupo e buio, dove i concerti sono un mix di musica e sirene, e si finisce al manicomio se ci si oppone, Frank resiste. E l’esordiente Fabricius restituisce tutta l’angoscia di quella realtà.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli