Mondo Rai/appuntamenti e novità

webinfo@adnkronos.com
·8 minuto per la lettura

Domani in prima serata su Rai1 alle 21.25 “Ulisse, il piacere della scoperta” trasmette la riedizione della puntata, dal titolo Gerusalemme ai tempi di Gesù, in cui Alberto Angela accompagnerà i telespettatori in un viaggio storico eccezionale, alla scoperta delle straordinarie vicende accadute nella terra di Israele nel periodo in cui è vissuto Gesù. Si tratta di un periodo ricco di fermenti e tensioni, caratterizzato dai difficili rapporti tra gli ebrei e i romani e da un intenso fervore messianico. L’intento di questo straordinario viaggio non è quello di raccontare Gesù, ma definire il contesto in cui si è mosso, insomma la cornice storica, archeologica e sociale attorno alla sua figura. Seguendo il filo narrativo della vicenda di Gesù, così come viene presentata dai Vangeli e dalla tradizione, scopriremo alcuni aspetti della vita quotidiana nella terra d’Israele di quegli anni. E conosceremo i protagonisti di quel periodo, a partire da Erode il grande, sotto il cui regno Gesù sarebbe nato. Un re che ha forgiato la terra di Israele lasciando numerose e sorprendenti testimonianze architettoniche: la fortezza di Masada, la città di Cesarea Marittima, la sontuosa tomba dell’Herodion, il Tempio ristrutturato e arricchito. E ci lasceremo sorprendere dai singolari rapporti che aveva con Marco Antonio, con Cleopatra, con Ottaviano. A intervallare il racconto Gigi Proietti, una presenza importante per Ulisse, che darà voce ai protagonisti della storia mettendone in risalto vizi e virtù, genialità e miserie. A quasi due mesi dalla scomparsa, sono ancora più efficaci i suoi interventi, basati su Salomè, una opera di Oscar Wilde intrisa di atmosfere sensuali al tempo di Erode. E poi, incontreremo anche Ponzio Pilato, una figura rimasta enigmatica a causa delle poche testimonianze storiche di cui disponiamo. La puntata si muoverà da un sito all’altro, seguendo gli spostamenti di Gesù come vengono riportati dai Vangeli e dalla tradizione. Lo scenario principale è però la città di Gerusalemme, la cui storia è la storia del mondo. È in uno spazio relativamente ristretto che si è svolto il capitolo finale della vita di Gesù: il tempio, il monte degli ulivi, la cittadella, il calvario, il sepolcro. Siti che distano poche centinaia di metri l’uno dall’altro e che oggi sono tutti inglobati in una città per secoli crocevia di persone, popoli, merci, culture. Un luogo che continua ad essere una città cruciale per gli ebrei, per i cristiani e per l’Islam. La puntata si è classificata al primo posto nella categoria TV realizzata da Adutei, l’Associazione dei delegati del turismo estero in Italia, per il contributo archeologico e culturale alla nazione di Israele.

La svolta nel caso dei coniugi Pasho, scomparsi 5 anni fa, i cui corpi sono stati ritrovati in quattro valigie. Ne parla, con interviste esclusive, il nuovo appuntamento con “Chi l’ha visto?”, in onda domani alle 21.20 su Rai3. Come aveva denunciato la trasmissione, l'ex fidanzata del figlio della coppia era stata l’ultima persona a vederli. Ora è stata arrestata. In sommario anche un documento inedito mai mostrato prima: le immagini di una telecamera di sorveglianza che hanno immortalato gli ultimi istanti di vita di Maria Sestina Arcuri, la giovane parrucchiera per la cui morte è accusato il fidanzato Andrea Landolfi. E come sempre gli appelli, le richieste di aiuto e le segnalazioni di persone in difficoltà.

Include anche il grande duetto che conclude il primo atto dalla Valchiria di Wagner, interpretato da Camilla Nylund e Andreas Schager, la replica dello spettacolo “A riveder le stelle” diretto da Riccardo Chailly con la regia di Davide Livermore, che lo scorso 7 dicembre ha aperto la stagione del Teatro alla Scala su Rai1, e che Rai Cultura ripropone domani alle 21.15 su Rai5. La pagina wagneriana, che non aveva trovato spazio per ragioni di tempo all'interno del programma del 7 dicembre, va così a completare il grande affresco musicale e letterario dell'inedita prima scaligera. Oltre a Camilla Nylund e Andreas Schager, sul palco sono protagonisti Ildar Abdrazakov, Roberto Alagna, Carlos Álvarez, Piotr Beczala, Benjanin Bernheim, Eleonora Buratto, Marianne Crebassa, Plácido Domingo, Rosa Feola, Juan Diego Flórez, Elīna Garanča, Vittorio Grigolo, Aleksandra Kurzak, Francesco Meli, Kristine Opolais, Lisette Oropesa, George Petean, Marina Rebeka, Luca Salsi, Ludovic Tézier e Sonya Yoncheva. Nella parte dedicata al balletto ci saranno l’étoile Roberto Bolle, i primi ballerini Timofej Andrijashenko, Martina Arduino, Claudio Coviello, Nicoletta Manni e Virna Toppi e i solisti Marco Agostino e Nicola Del Freo. Per le parti di danza l’orchestra è diretta da Michele Gamba. Al centro il grande repertorio italiano, ma anche pagine di grandi compositori europei. Si inizia da estratti di opere di Giuseppe Verdi per continuare con Gaetano Donizetti, Giacomo Puccini, Georges Bizet, Francesco Cilea, Jules Massenet, Richard Wagner e Gioachino Rossini, mentre le musiche dei balletti sono di Pëtr Il’ič Čajkovskij e Davide Di Leo. Le coreografie sono di Manuel Legris, Rudolf Nureyev e Massimiliano Volpini. L’impianto scenico, che vede protagonista il Teatro con l’Orchestra al centro della platea e artisti collocati non solo in palcoscenico ma collegati dai palchi e in diversi spazi dell’edificio, è firmato da Giò Forma con le luci di Marco Filibeck e i video di D-Wok. Grazie ad un accordo tra il Teatro alla Scala e la Camera della Moda, infine, alcuni dei più prestigiosi stilisti italiani hanno vestito gli artisti in palcoscenico, con il coordinamento del costumista Gianluca Falaschi.

Domani alle 23.35 su Rai1, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà ospite di “Porta a Porta”, intervistato da Bruno Vespa.

La vita nella grande Barriera Corallina è piena di pericoli e insidie quando sei un piccolo pesce pagliaccio e sei la causa delle continue ansie del tuo papà. I protagonisti del film “Alla ricerca di Nemo”, in onda domani su Rai2 alle 21.20, sono proprio due pesci: Nemo, che trova un sicuro rifugio in un anemone di mare e suo papà Marlin, deciso a fare di tutto pur di proteggerlo. Arrivato il giorno della prima gita a scuola nell'Oceano, la preoccupazione di Marlin aumenta a dismisura, tanto da far scattare in Nemo una specie di ribellione che lo porterà ad allontanarsi, finendo catturato da una barca di pescatori. Ma suo padre Marlin non si perde d’animo e si mette sulle sue tracce organizzando una vera e propria spedizione per recuperarlo tra mille ostacoli e tanto divertimento. La pellicola è diretta da Andrew Stanton e Lee Unkrich; l’attore Luca Zingaretti dà la voce a Marlin.

La Cappella Sistina è uno dei luoghi più celebri al mondo. Ne parla l'esperto d'arte Antonio Forcellino, ospite di Giorgio Zanchini a “Quante Storie”, in onda domani alle 12.25 su Rai3. Forcellino fa rivivere il fascino eterno e universale del capolavoro di Michelangelo Buonarroti, mettendo in evidenza la perfetta simbiosi tra concezione politica di Sisto VI e il genio visionario di un pittore capace di segnare una svolta epocale nel mondo dell'arte.

Nella puntata di Elisir, il programma di medicina condotto da Michele Mirabella e Benedetta Rinaldi, in onda domani alle 11.00 su Rai3, si parlerà di colesterolo e glicemia, parametri che, a causa di un piatto in più, potrebbero alzarsi troppo. Come evitarlo? Lo spiega la dottoressa Carla Bruschelli, medico di famiglia. Ospite anche il professor Piero Barbanti, Primario di Neurologia all'Ospedale San Raffaele di Roma, per parlare di questo Natale in solitudine, senza le grandi tavolate, ma con tanti risvolti positivi. Nella seconda parte spazio alla sicurezza alimentare: come conservare pesce e carne, se acquistati giorni prima di essere cucinati? Risponde il professor Antonio Paparella, ordinario di Microbiologia degli Alimenti presso la facoltà di Agraria dell’Università di Teramo. Con il professore Luca Piretta, gastroenterologo presso il Campus Biomedico di Roma, infine, obiettivo su panettoni e pandori: i dolci tipici del nostro Natale si possono anche preparare in casa. Come? E quanti mangiarne?

Un film cult per un mercoledì sera all’insegna del romanticismo su Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre) con il primo capitolo della trilogia dedicata alla vita dell’Imperatrice d’Austria, Elisabetta di Baviera. Domani alle 21.10 protagonista sarà “La principessa Sissi”, “nel film diretto da Ernst Marischka, con l’indimenticabile Romy Schneider. Elisabetta, detta Sissi, e la sorella maggiore Elena sono figlie del granduca di Baviera. La più grande è stata designata a sposare il giovane imperatore d'Austria Francesco Giuseppe, ma il sovrano è affascinato dalle grazie di Sissi e, al momento di annunciare la scelta della sua sposa, nonché futura imperatrice, proclama il nome della sorella più giovane.

Aprile 1944, Sud Pacifico. Un sommergibile americano è di fronte una pericolosa nave giapponese. “Inferno nei mari” - la serie che racconta la guerra dei mari in onda domani alle 22.10 su Rai Storia – racconta questo confronto ravvicinato. Un cacciatorpediniere giapponese, una nave da guerra armata con bombe di profondità, si avvicina allo USS Harder, un sottomarino americano di classe Gato. Il comandante Sam Dealey deve decidere se immergersi o combattere. I giapponesi occupano ancora vaste zone del Pacifico, e gli Alleati usano i sommergibili per contrastarli. Dealey grazie alle precedenti missioni ha portato lo USS Harder verso la gloria, e il pericolo.