Monte Bianco, si stacca slavina: morti due sciatori

Monte Bianco

Tragedia nei pressi della località turistica di Courmayeur. Nella mattinata del 30 novembre una valanga ha travolto e ucciso due sciatori a Punta Helbronner, sul Monte Bianco. Il distacco della slavina è avvenuto a 3mila metri di quota, sotto la stazione di arrivo della funivia SkyWay, in una zona in cui si pratica lo sci fuoripista.

Le due vittime sono state identificate: si tratta di Edoardo Camardella, 28 anni, maestro di sci di La Thuile (Aosta) e di Luca Martini, di 32 anni, di Finale Ligure (Savona). I due erano impegnati, assieme ad altri tre amici che si sono salvati, in una discesa fuoripista, in un canale molto ripido e impegnativo. La valanga li ha trascinati a valle facendoli cadere da un salto di roccia per 300 metri. I finanzieri del Sagf stanno sentendo i testimoni che hanno assistito all'incidente (una decina di persone) per ricostruire con esattezza la dinamica.

LEGGI ANCHE: Rigopiano, slitta al 13 dicembre decisione su riunione processi

Qualche minuto dopo la prima slavina ne è caduta una seconda che non ha travolto nessuno. Sul posto sono intervenuti i tecnici del Soccorso Alpino Valdostano via terra e con due elicotteri, unità cinofile, e i finanzieri del Sagf di Entreves.

Nei giorni scorsi era stata comunicata la chiusura della passerella e della lunga scala in ferro che da Punta Helbronner porta al ghiacciaio del Toula: la struttura non era più sicura per la discesa degli sciatori verso la neve.

GUARDA ANCHE: Chi controlla i viadotti?