Morto il rapper Pop Smoke, ucciso durante una rapina a Los Angeles

morte-pop-smoke

Lutto nel mondo della musica; è morto all’età di soli 20 anni il rapper Pop Smoke, ucciso a colpi di arma da fuoco durante una rapina finita male nei dintorni di Los Angeles. Secondo gli organi di stampa statunitensi, il giovane si trovava all’interno di un’abitazione nel sobborgo di Hollywood quando due uomini armati hanno fatto irruzione aprendo il fuoco contro di lui. Nonostante i soccorsi giunti tempestivamente sul posto, il giovane rapper non ha mai ripreso conoscenza ed è morto a causa delle ferite riportate presso il Cedars-Sinai Medical Center.

Morto il rapper Pop Smoke

Secondo le prime ricostruzioni delle forze dell’ordine, sembra che Pop Smoke si trovasse in una casa di proprietà di Eddie Arroyave. Quest’ultimo è il compagno di Teddi Mellencamp, personalità televisiva famosa per aver partecipato al reality show The real housewives of Beverly Hills.

La rapina sarebbe avvenuta intorno alle 4 e mezza del mattino, quando due uomini con volto coperto da maschere sono entrati nella casa e hanno sparato al giovane Bashar Barakah Jackson (nome di battesimo di Pop Smoke). Resta tuttavia ancora da chiarire se i due rapinatori sapessero della presenza del rapper e se quindi il delitto fosse stato premeditato.

Il post di Nicki Minaj

Polemiche sulla tragedia sono state sollevate da un post pubblicato dalla cantante Nicki Minaj, la quale ha alluso che la morte di Pop Smoke sia da ricondurre alla gelosia e non a una rapina finita male: “La Bibbia ci dice che la gelosia è crudele quanto la tomba: riposa in pace, Pop”.