Morto l'ex campione di sci Roland Thoeni, cugino di Gustav

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Francisco Fernandez Ochoa, Gustavo Thoeni e Roland Thoeni nel 1972 a Sapporo. (Photo GEORGES BENDRIHEM/AFP via Getty Images)
Francisco Fernandez Ochoa, Gustavo Thoeni e Roland Thoeni nel 1972 a Sapporo. (Photo GEORGES BENDRIHEM/AFP via Getty Images)

Grave lutto per la famiglia Thoeni e lo sci italiano. L'ex campione azzurro Roland Thoeni è morto all'età di 71 anni nel giorno di Pasqua dopo un malore. Da venerdì era ricoverato all'ospedale di Bolzano: aveva subito un’operazione a un’anca.

Cugino di Gustav, Roland vinse il bronzo alle olimpiadi invernali di Sapporo nel 1972. Conquistò due vittorie in Coppa del Mondo in slalom in meno di 24 ore. La prima il 17 marzo 1972 a Madonna di Campiglio e il giorno successivo a Pra Loup in Francia. Terminò la sua carriera agonistica dopo le olimpiadi di Innsbruck 1976.

Roland è stato un protagonista della Nazionale di sci, in quel periodo sotto la conduzione tecnica di Jean Vuarnet, che sarebbe poi diventata la Valanga Azzurra degli anni 70: insieme a Gustav, il primo italiano a vincere nella Coppa del Mondo e poi destinato a una gloriosa carriera, salì sul podio dei Giochi 1972; il cugino fu secondo e lui terzo nello slalom vinto, un po’ a sorpresa e con rammarico, dallo spagnolo Francisco Fernandez Ochoa (foto).

Era originario di Trafoi come Gustav. Ritiratosi dall’attività agonistica, Roland Thoeni era rimasto a vivere a Prato allo Stelvio in Alto Adige, dove si era dedicato all’attività di pastore. Una vita tranquilla e appartata, fino alla scomparsa che ha sconvolto la famiglia e milioni di tifosi.

GUARDA ANCHE - Olimpiadi Milano-Cortina: scelto il logo ufficiale