Morto a soli 25 anni il figlio di Tim Roth: la causa del decesso


Il figlio di Tim Roth è morto. L’attore (noto per aver interpretato anche diversi film di Tarantino e ‘La leggenda del pianista sull’oceano’ di Tornatore) e la moglie Nikki sono in lutto dopo la scomparsa di Cormac Roth, che è deceduto il 16 ottobre all’età di appena 25 anni dopo una battaglia di meno di un anno contro un cancro (la notizia è stata però diffusa solo ora, a novembre).
In un comunicato la famiglia del ragazzo ha fatto sapere: “Era un concentrato di energia selvaggia ed elettrica, il suo spirito era pieno di luce e grazia. Nonostante fosse selvaggio, era anche la personificazione della gentilezza. Un’anima gentile che ha portato felicità e speranza a tutti quelli che gli erano vicini. Il dolore arriva a ondate, come le lacrime e le risate, quando pensiamo al bellissimo ragazzo che abbiamo conosciuto per 25 anni e 10 mesi. Un bambino pieno di gioia. Solo recentemente diventato uomo. Lo amiamo. Lo porteremo con noi ovunque andremo”.
Cormac, che era un musicista, aveva rivelato qualche mese fa che nel novembre del 2021 aveva ricevuto una diagnosi di cancro delle cellule germinali ormai al terzo stadio. Nonostante questo aveva promesso che avrebbe continuato a lavorare e di voler combattere per sopravvivere.
Aveva scritto sul social: “Nel novembre del 2021 mi hanno diagnosticato un cancro delle cellule germinali al terzo stadio. Da allora lo combatto quotidianamente, con tutti i mezzi. Chemio, chemio ad alta intensità, medicamenti vari, trapianti, trasfusioni, operazioni chirurgiche etc. Si chiama Coriocarcinoma, è raro, ed è stato in grado di stare sempre diversi passi avanti a me nonostante quello che io gli contrappongo. Mi ha portato via metà dell’udito, 27 kg di peso, la fiducia in me stesso, e continuerà il suo percorso fino a che non troverò un modo per controllarlo e ucciderlo”.
Purtroppo l’impresa era troppo ardua e non è riuscita, il tumore era eccessivamente potente e ha spento la vita di un ragazzo nel pieno dei suoi 20 anni. Gli sopravvivono anche il fratello Hunter e il fratellastro Jack.