Morto Ulay, l'artista storico compagno di Marina Abramovic

(Photo by Andreas Arnold/picture alliance via Getty Images)

Era la storia d'amore che appassionava il mondo dell'arte e non solo. Quella tra Marina Ambramovic e Ulay, pseudonimo dell’artista concettuale Frank Uwe Laysiepen, morto all'età di 77 anni. Nato a Solingen in Germania, dal 2009 viveva tra Amsterdam, città che frequentava dal 1968, e Lubiana, dove si era stabilito negli ultimi anni e dove si è arreso al cancro contro cui combatteva da tempo.

Il sodalizio con Marina Abramovic

Memorabile soprattutto il suo sodalizio con Marina Abramovic, l'artista serba con cui ha condiviso anche dodici anni d'amore. Si conoscono nel 76' e per tre anni viaggiano su un furgoncino e iniziano la serie "Relation Works", forma estrema di body art. Dopo 12 anni, il loro addio è un'ultima performance, "The Lovers: The Wall Walk in China", novanta giorni per percorrere a piedi la grande muraglia cinese partendo dai capi opposti per incontrarsi al centro e salutarsi per sempre.

L'incontro al Moma

In realtà, i due si ritrovano nel 2010 in un altro momento indimenticabile. A sorpresa, Ulay si presenta al MoMa di New York dove è in corso lo spettacolo “The Artist is Present”, in cui i visitatori vengono invitati a sedersi di fronte all'artista serba. Ulay si siede di fronte a Marina e la guarda negli occhi: un confronto silenzioso e intenso, finito con le loro mani che si stringono, tra l'applauso dei presenti.

(Photo by WILL RAGOZZINO/Patrick McMullan via Getty Images)

L'addio su Instagram

Ora Marina Abramovic lo saluta così su Instagram: "Era un artista e un essere umano eccezionale che mancherà molto a tutti. Ma in un giorno come questo, è di conforto sapere che la sua arte e la sua eredità vivranno per sempre".