Msc Crociere conferma: riprenderà a navigare il 24 gennaio

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 gen. (askanews) - In seguito all'ultimo Dpcm che consente alle crociere di ripartire grazie al protocollo di salute e sicurezza, domenica prossima Msc Grandiosa, l'ammiraglia del gruppo, riprenderà le crociere settimanali già programmate nel Mediterraneo occidentale, dopo la sospensione temporanea delle festività natalizie. Msc Crociere, riporta un comunicato, ha confermato oggi che la nave tornerà a navigare a partire dal 24 gennaio.

L'ammiraglia della Compagnia riprenderà a offrire crociere settimanali lungo il consueto itinerario in Mediterraneo occidentale, in partenza ogni domenica da Genova con una tappa anche a La Valletta (Malta).

L'ultimo decreto ministeriale, si legge, ha autorizzato la ripresa delle operazioni di crociera sotto la tutela del protocollo di salute e sicurezza che era stato sviluppato e autorizzato dalle autorità italiane la scorsa estate. Da agosto, MSC Crociere ha già accolto in sicurezza oltre 30.000 ospiti a bordo delle sue due navi.

Durante le festività natalizie e di fine anno fino all'emanazione dell'ultimo decreto ministeriale, le crociere erano state temporaneamente sospese a causa delle misure restrittive relative alla mobilità sull'intero territorio nazionale.

Msc Grandiosa, precisa la compagnia, applicherà rigorosamente il protocollo di salute e sicurezza di Msc Crociere che prevede lo screening universale di tutti i passeggeri e membri dell'equipaggio prima dell'imbarco tramite tampone Covid-19 antigene, igienizzazione di tutti i bagagli a mano e da stiva, misure igienico-sanitarie e di pulizia rafforzate in tutta la nave, il distanziamento sociale a bordo, l'uso di mascherine nelle aree pubbliche fornite quotidianamente dalla compagnia. Inoltre, a tutti gli ospiti viene consegnato un braccialetto MSC for Me in omaggio, che consente di effettuare tutte le operazioni in modalità contactless, come l'apertura della porta della cabina o i pagamenti, e contribuisce anche di tracciare, se necessario, i contatti di prossimità.

I rigorosi e precisi standard del protocollo per la salute e la sicurezza vengono applicati in modo analogo anche per tutte le escursioni a terra, conclude la società crocieristica, dove gli ospiti permangono all'interno della cosiddetta "social bubble", proteggendo sia loro stessi che le comunità locali che li ospitano durante le visite a terra.