Multivitaminici, probiotici e vitamina D: riducono il rischio di Covid-19

·1 minuto per la lettura

Vitamina D, probiotici e multivitaminici: secondo un nuovo studio effettuato nel Regno Unito, prendere questi integratori può ridurre significativamente il rischio di Covid-19.

I ricercatori hanno analizzato i dati della app Covid-19 Symptom Study, lanciata nel Regno Unito, negli USA e in Svezia nel marzo del 2020, scoprendo che gli individui che assumevano questi supplementi – in particolare le donne – risultavano meno esposti al contagio del coronavirus.

La app conta l’apporto di oltre 372mila utenti nel Regno Unito, con relative informazioni sul periodo di tempo che va da maggio a luglio dell’anno scorso.

Secondo i risultati, circa 23mila user della applicazione sono risultati positive al virus, mentre circa 349mila hanno avuto referti negativi. Durante quel periodo, oltre 175mila hanno riportato di assumere integratori multivitaminici: due terzi (il 67%) erano donne, delle quali più del 50% in sovrappeso.

I ricercatori hanno associato l’assunzione di probiotici ad un calo del rischio dell’infezione pari al 14%; l’Omega-3 al 12%, i multivitaminici al 13% e la vitamina D al 9%.

Il team è ora impegnato nell’elaborazione di test clinici più ampi per convalidare l’efficacia dei supplementi nella lotta e prevenzione del Covid.