A Napoli è nata una sartoria che riscatta le donne (e ricicla tessuti sequestrati alla criminalità)

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Helen King - Getty Images
Photo credit: Helen King - Getty Images

Un laboratorio di sartoria per imparare a disegnare e cucire modelli. Il cuore oltre l'ostacolo e la voglia di "attaccar bottone" nel senso metaforico del termine: per conoscersi e supportarsi tra donne. È quanto accade in un'ecosartoria napoletana attraverso S'Arte, il progetto di riciclo creativo tutto al femminile che punta a riscattare le donne e a dare vita a tessuti mai utilizzati, perché sequestrati ad aziende legate alla criminalità organizzata.

S'Arte è molto più di un semplice progetto di sartoria sociale: nato durante il lockdown da Covid-19, è oggi sostenuto dall'8 per 1000 della Chiesa Valdese e vuole riscattare le donne napoletane. Si sviluppa anche appoggiandosi su un ciclo di incontri settimanali, chiamato Attaccar Bottone, che ha luogo ogni mercoledì presso la sede dell'Associazione Remida nella periferia orientale di Napoli. Nello specifico, si trova a Ponticelli, che è un quartiere spesso scenario di agguati dei clan della camorra. È contro questa, infatti, che le donne dell'Associazione Remida gridano #stop. Lo scorso giugno, il collettivo femminile ha sfilato nella sede dell'associazione indossando le gonne artigianali della loro collezione, resa possibile anche grazie al supporto tecnico del gruppo di ricerca della professoressa Maria Antonietta Sbordone con Alessandra De Luca e Ilenia Amato del Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli.

Oltre a portare in passerella i risultati delle abilità acquisite, le donne dell'associazione Remida Napoli hanno indossato il rossetto rosso proprio come segno distintivo contro la camorra. "Vogliamo dare un senso di riscatto e di bellezza al territorio", aveva affermato alTG1 Anna Marrone dell'Associazione Remida.

Ma l'attività di S'Arte trascende il lato pratico per fare spazio a quello umano. “Attaccar Bottone è il nostro incontro del mercoledì per tutte le donne, è un impegno molto forte che ha fatto nascere una comunità educante che dà sostegno e forza a tutto il gruppo”, ha spiegato lo scorso giugno Anna Marrone. - Con la nascita di S’Arte proviamo a creare anche lavoro, cerchiamo aziende che ci donino i tessuti di scarto, aziende che ci diano commesse e ci rivolgiamo alle donne che possono comprare le nostre gonne. Abbiamo buttato il cuore oltre l’ostacolo e speriamo che siano in tanti ad accoglierlo”. Che queste parole valgano come un appello alle aziende con tessuti di scarto che stanno per essere buttati via via: fare del bene fa bene, al cuore e alla società.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli