Nascite gemellari in calo: buon segno

·2 minuto per la lettura
Nascite gemellari
Nascite gemellari

Proprio così, le nascite gemellari sono in calo ed è una buona notizia. Gli esperti pensano che il declino sia probabilmente dovuto ai miglioramenti nei trattamenti di fertilità, il che significa meno gravidanze ad alto rischio per le donne da affrontare.

Questo mese, il National Center for Health Statistics ha riferito che il tasso di nascite gemellari è sceso a 32,6 per 1.000 nascite. Il più basso dal 2008.

Inoltre, la frequenza delle nascite gemellari è in calo dal 2014, in controtendenza rispetto a più di 30 anni in cui il tasso continuava a salire. L’aumento, iniziato negli anni ’80, ha coinciso con l’introduzione di trattamenti di fertilità come la fecondazione in vitro. Tra il 1980 e il 2014, il tasso di nascite gemellari è aumentato di un enorme 79 per cento.

Le nascite gemellari sono in calo: perché è un buon segno?

Il calo del tasso di nascite gemellari è un bene per le mamme e i bambini. Sì, i gemelli e i tripli sono super carini, ma portare i multipli rende anche la gravidanza e la nascita più rischiosa. Le donne che portano multipli hanno più probabilità di quelle che portano un solo bambino di avere problemi come il diabete gestazionale e l’anemia. Inoltre, i gemelli e altri multipli sono a maggior rischio di nascere pretermine o con difetti di nascita.

In passato, era una procedura standard per gli specialisti della fertilità trasferire più embrioni alla volta nell’utero di una donna per aumentare la possibilità che l’impianto avesse successo. Ciò aumentava la probabilità di avere gemelli o anche più bambini di circa il 20 per cento.

Oggi, molti medici della fertilità hanno accesso a una tecnologia migliore che permette loro di selezionare un singolo embrione con la più alta probabilità di successo. Le organizzazioni mediche e le compagnie di assicurazione hanno anche fatto pressione sui medici per fermare il trapianto di embrioni multipli.

È interessante notare che il declino delle nascite gemellari si è verificato in gran parte tra le donne bianche e anziane. Questa è la popolazione più propensa a cercare un trattamento di fertilità, ha detto alla NPR il dottor Kevin Doody, direttore del Center for Assisted Reproduction Facility in Texas.

Non tutti gli stati stanno vedendo un declino nelle nascite gemellari, tuttavia. Sono infatti aumentate in tre stati, ovvero Arizona, Idaho e Oklahoma tra il 2014 e il 2018, secondo il rapporto. Non è chiaro quali siano i motivi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli