Natale nello Spazio: ecco come festeggiano gli astronauti

Di Redazione
·2 minuto per la lettura
Photo credit: NASA
Photo credit: NASA

From Esquire

Alcune cose che sicuramente non vi capiteranno se state festeggiando il Natale nello spazio: sparare fuochi d'artificio, ricevere regali da Babbo Natale che si cala dal camino, guardare la neve che scende, andare a fare gli auguri ai vostri vicini, stappare lo spumante e vedere il tappo che vola e poi cade per terra. Ma questo non significa che le feste lassù debbano essere per forza tristi e solitarie, anzi.

Ad esempio sulla Stazione Spaziale Internazionale c'è ormai una lunga e bella tradizione di festeggiamenti, che riguardano tante celebrazioni a seconda della religione, cultura o etnia degli astronauti. Gli ultimissimi auguri ci sono arrivati il 22 dicembre 2020 dagli astronauti della NASA Mike Hopkins, Victor Glover, Shannon Walker, Kate Rubins e Soichi Noguchi della JAXA Japan Aerospace Exploration Agency. Hanno ricordato lo spirito e la resilienza con cui tutti stiamo affrontando questo anno difficile, trasmettendo un messaggio di forza e speranza.

Uno dei primissimi Natali nello spazio lo hanno passato nientemeno che i coraggiosi cosmonauti dell'Apollo 8, la seconda missione con equipaggio del programma spaziale Apollo. Nel 1968 erano in orbita e aprendo i loro contenitori per il cibo trovarono una sorpresa: tacchino con ripieno, delle bottigliette di brandy e dei regali da parte delle loro mogli. Deve essere stato un momento incredibile.

Nel 1973 invece, gli astronauti Gerald Carr, William Pogue e Edward Gibson festeggiarono in modo inedito le feste e l'ultima missione sullo Skylab 4, al momento la prima e unica stazione spaziale statunitense. Con un colpo di genio e di fantasia l'equipaggio costruì un albero di Natale con le lattine di cibo spaziale. La foto è qui sotto ed è sufficientemente suggestiva.

Photo credit: NASA
Photo credit: NASA

Vickie Kloeris che si occupa del cibo nella Stazione Spaziale ha raccontato diversi dettagli interessanti, ad esempio che non ci sono frigoriferi e il cibo tendenzialmente è in scatola o disidratato. Non sono ammessi alcolici, non ci sono coltelli e non ci sono sedie e quindi il cenone ve lo dovete immaginare in modo diverso. Secondo lei la cosa più bella è festeggiare insieme ai russi, che molto spesso sono ortodossi e festeggiano il loro Natale a Gennaio. In questo modo si raddoppia la festa!

Anche la nostra Samantha Cristoforetti ha festeggiato il Natale nello spazio nel 2014 e l'atmosfera restituita dalla foto è molto calda e gioiosa. Addobbi e calze con il nome di ogni astronauta, presumibilmente piene di caramella (si potranno mangiare?), un immancabile cappello da Babbo Natale e un albero ribaltato e attaccato con lo stretch al soffitto. Deve essere un'esperienza da privare, chissà se prima o poi ci capiterà più facilmente a tutti andare lassù.

Photo credit: NASA
Photo credit: NASA