Nei top Primavera Estate 2022 della sfilata Chanel a Parigi c'è un dolce ricordo (di un'era passata)

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Stephane Cardinale - Corbis - Getty Images
Photo credit: Stephane Cardinale - Corbis - Getty Images

Quando la nuova collezione Chanel Primavera Estate 2022 è stata preannunciata con il video teaser di Inez & Vinoodh, fotografe dalla collaborazione di ormai lunga durata con la maison francese, il riferimento a ciò che avremmo visto sulla passerella di questa Paris Fashion Week (forse) era già sotto i nostri occhi. Virginie Viard, direttrice creativa della maison francese, ci ha invitate a osservare la realtà attraverso gli occhi e la fotocamera della modella Vivienne Rohner, che nel video figura in uno scambio di ruoli che la coinvolge sia come musa che fotografa. È nuda ma non rinuncia ai gioielli, ha i capelli bagnati perché è nell'acqua, e tra le mani stringe una fotocamera. Click. Da questo fotogramma inizia il viaggio verso la sfilata Chanel moda Primavera Estate 2022 al Grand Palais Éphémère di Parigi.

Le fantasie a righe bianche e blu tipiche degli ombrelloni di una località estiva, i costumi, l'actiwear ma anche gli iconici tailleur in tweed di Mademoiselle Gabrielle: la collezione Chanel moda Primavera Estate 2022 tiene fede ai valori cardine della maison, rieditandoli per la donna di oggi. Lontano dall'altisonanza dell'haute couture Chanel, Virginie Viard ha reso stilisticamente democratico il suo prêt-à-porter: un concetto - quello della democratizzazione - che fu già esplorato a suo tempo da Coco Chanel. Se a cavallo tra 1910 e 1920 Coco aveva già creato il completo leisurewear a tre pezzi - gonna, cardigan e pullover, - all'inizio degli Anni 30 iniziò a democratizzare anche l'abbigliamento estivo creando quello che sarebbe rimasto alla storia come beach pyjamas.

Photo credit: Stephane Cardinale - Corbis - Getty Images
Photo credit: Stephane Cardinale - Corbis - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images

Concepiti per prendere il sole o per nuotare, i beach pyjamas di Coco Chanel attingevano alle righe dei completi dei marinari ed ereditavano il comfort dell'abbigliamento creato specificamente per lo sport già durante gli Anni 20. Insieme ai pantaloni, due erano i pezzi ricorrenti nei look avvistatissimi sulla promenade di Juan-les-Pins nel sud-est della Francia: il top e i sandali con tacco cubano. Coincidenza o no, entrambi tornano a esprimersi in chiave contemporanea nella collezione Chanel moda Primavera Estate 2022.

Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images

Il viaggio nel guardaroba estivo di una Coco Chanel 2.0 procede ovviamente per l'ensemble imprescindibile: il tailleur in tweed con il top - specialmente quello cortissimo - che continua a presiedere il look. In ciascuna delle collezioni di Virginie Viard, come avvenne a suo tempo con quelle dell'ex Kaiser della moda Karl Lagerfeld, il completo giacca e gonna corta resta il bastione a difesa del lascito artistico di Mademoiselle Gabrielle.

Photo credit: CHRISTOPHE ARCHAMBAULT - Getty Images
Photo credit: CHRISTOPHE ARCHAMBAULT - Getty Images
Photo credit: LUCAS BARIOULET - Getty Images
Photo credit: LUCAS BARIOULET - Getty Images
Photo credit: LUCAS BARIOULET - Getty Images
Photo credit: LUCAS BARIOULET - Getty Images
Photo credit: LUCAS BARIOULET - Getty Images
Photo credit: LUCAS BARIOULET - Getty Images

Fantasiosi, estrosi: la sfilata Chanel moda Primavera Estate 2022 non dimentica di porre l'attenzione proprio su vestiti ampi e i caftani, la cui morbida vestibilità fluisce insieme al ricordo dei beach pyjamas degli Anni 30. Sono sensuali ma fortemente caratterizzanti l'identità femminile grazie ai colori protagonisti. E sono anche abili passepartout da sfruttare di mattina come di sera. Chissà cosa ne avrebbe pensato Mademoiselle Gabrielle oggi: avrebbe apprezzato, eccome se avrebbe apprezzato.

Photo credit: LUCAS BARIOULET - Getty Images
Photo credit: LUCAS BARIOULET - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Stephane Cardinale - Corbis - Getty Images
Photo credit: Stephane Cardinale - Corbis - Getty Images
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli