Nina Frassica non accetta l’arrivo di Raul Bova al posto di Terence Hill a ‘Don Matteo’? ‘Non l’ho assorbito bene’


Nino Frassica, uno dei volti più amati della tv italiana, non sembra aver accettato completamente l’idea che Raoul Bova è ormai il nuovo protagonista di ‘Don Matteo’.
Il 72enne infatti è legatissimo a Terence Hill e, parole sue, non ha “assorbito bene” tanto quanto il pubblico il “terremoto” dell’ultima stagione. Inoltre nel 2023 inizieranno le riprese della quattordicesima stagione, la prima completamente senza Terence.
Intervistato da ‘La Stampa’ Nino ha affermato: “Il pubblico ha assorbito bene il terremoto del cambio con Bova. Io un po' meno: dopo tanti anni Terence Hill è diventato qualcosa di più di un semplice compagno di lavoro. Ne sentirò la mancanza”.
Frassica nella chiacchierata con il quotidiano ha poi parlato anche di film e serie tv che a distanza di tempo avrebbe preferito non fare. “Se mi pento di quello che ho fatto? Di parecchi, a distanza di tempo”, ha ammesso.
“Ma ciascuno al momento aveva un suo perché. In genere economico. Più un film era brutto e più mi facevo pagare. Per un film che so bello bello, sono disposto a lavorare gratis: sono le soddisfazioni che ti ripagheranno”, ha aggiunto.
“Tra le categorie del cinema: il brutto con tanti soldi, si può fare; il brutto con pochi, no di sicuro. I miei colleghi che negano questo paradigma, o mentono o si mangiano le mani. E poi, anche se li faccio, che male c'è? Anche i film brutti hanno i loro estimatori. La mia carriera ne potrebbe essere danneggiata? E chi non fa errori?”, ha concluso.