Noir is the new black: i film da vedere se ami restare con il fiato sospeso

Di Piera Detassis
·2 minuto per la lettura
Photo credit: courtesy
Photo credit: courtesy

From ELLE

Un ricordo di tanti anni fa, Patricia Highsmith seduta in un angolo buio dell’Hotel Excelsior a Venezia, una sigaretta via l’altra, il whiskey e quegli occhi stretti da gatta in cerca del tuo punto debole. Intervista difficile con il mito, la donna che scriveva gialli e amava le donne, ma ancora non si diceva e viveva in un isolamento difficile da sondare. Adesso che il Noir in festival versione streaming, diretto impeccabilmente da Giorgio Gosetti e Marina Fabbri, ne festeggia i cent’anni, val la pena rileggere i suoi racconti editi da Nave di Teseo e intitolati semplicemente Donne. Perché Patricia le ragazze represse nei rituali e infine ribelli le raccontava eccome, anche se era famosa per Mr. Ripley.

Il Noir che, tra i tanti film, ci regala la perla argentina Karnawal di Juan Pablo Felix (nella foto in alto), viaggio delinquente con i colori squillanti del ballo malambo, quest’anno punta il mirino sulle protagoniste del giallo, anche italiano, scrittrici e protagoniste, specie nelle vesti di detective, di tante serie, una nuova tendenza, accesa dalla popolarità di Petra con Paola Cortellesi diretta da Maria Sole Tognazzi, già al lavoro per il seguito, mentre in libreria arriva, imperdibile, l’Autobiografia di Petra Delicado di Alicia Giménez-Bartlett (Sellerio). Reazione tenace e simbolica al diffondersi senza tregua dei femminicidi? Comunque è da annotare la serie svedese assai glaciale Hammarvik.

Amori e altri omicidi di Camilla Lackerberg con l’agente di polizia Joahnna Strand, e al festival brillano la cattiva ragazza tatuata Mila dello spagnolo No Mataràs e il documentario Fulci Talks sul maestro dell’horror nostrano firmato da Antonietta de Lillo. Ospite d’onore la regista australiana Jennifer Kent che ci ha spaventati a morte con il suo primo film Babadook e ha vinto a Venezia nel 2018 con The nightingale, western ottocentesco degli antipodi e terribile revenge al femminile, film entrambi da cercare in streaming. Perché quando il gioco si fa duro, le dure cominciano a giocare. «Noi donne sappiamo bene cos’è la paura» dice la Kent. Talmente bene che oggi scrittrici e registe si sentono libere di raccontarla e perfino provocarla.