"Non è l’Arena", il Vesuvio che "erutta" Covid scatena le polemiche

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Massimo Giletti (Photo by Samantha Zucchi/Insidefoto/Mondadori Portfolio via Getty Images)
Massimo Giletti (Photo by Samantha Zucchi/Insidefoto/Mondadori Portfolio via Getty Images)

L’ultima puntata di “Non è l'Arena”, condotta da Massimo Giletti, ha scatenato forti polemiche sui social. A far sobbalzare gli utenti del web è stata una grafica mandata in onda domenica 29 novembre, nella quale un’illustrazione del Vesuvio “eruttava” il coronavirus. Il fotomontaggio voleva suggerire la situazione della sanità in Campania alle prese con l'emergenza Covid-19.

Giletti e la sua trasmissione sono presto finiti nel mirino degli utenti di Twitter, ai quali non è piaciuto l'accanimento verso la città partenopea: "Se avesse messo la Madonnina che lanciava il virus, cosa sarebbe successo?". C'è poi chi ha bollato la grafica come una caduta di stile: "ma che immagine è?, "quale strano meccanismo mentale può aver partorito una metafora così infelice e di pessimo gusto?" e qualcuno ha persino avanzato la richiesta di chiusura del programma di La7: "Hanno chiuso programmi per molto meno".

GUARDA ANCHE: Non è l'arena, Fabrizio Corona commosso: 'Ti voglio bene Massimo, nessun uomo vicino come te'

GUARDA ANCHE: Non è l'Arena, scontro Sgarbi con virologo sull\'Avigan: Massimo Giletti criticato sui social