Non vado d'accordo con le altre mamme: cosa fare?

non vado d'accordo con le altre mamme
non vado d'accordo con le altre mamme

“Cosa fare quando vado d’accordo con le altre mamme?” Ebbene, innanzitutto è di vitale importanza evitare la trappola del confronto tra neomamme, essendo deleteria. Di seguito troverete i consigli di una psicologa, insieme ad alcune strategie per sentirsi maggiormente in sintonia con le altre mamme.

Cosa fare quando non vado d’accordo con le altre mamme?

Essere la mamma strana

“In qualità di psicologa, ho lavorato con molte donne che hanno descritto sentimenti simili all’essere la mamma strana. Questo è particolarmente vero per le mamme che non rientrano nella percezione stereotipata di come una mamma “dovrebbe” apparire o comportarsi. Forse la loro famiglia e il loro nucleo familiare non sono la norma, oppure appartengono a gruppi sottorappresentati. Le mamme sole possono anche essere quelle che non hanno il tempo di socializzare. I loro momenti liberi sono spesi per cercare di mantenere i figli in vita, le bollette pagate e la casa a un livello minimo di caos. Che sia una scelta o meno, essere una mamma sola può essere difficile. Può suscitare sentimenti di rifiuto e di non essere “all’altezza”. Può lasciare molti dubbi sulla propria autostima come persona e come genitore”.

cosa fare se non vado d'accordo con le altre mamme
cosa fare se non vado d'accordo con le altre mamme

“Ora, voglio essere chiara sul fatto che le opinioni degli altri non dovrebbero avere alcun impatto su come le mamme si percepiscono come donne o madri. Tuttavia, sono anche consapevole che per molte donne non è così. Esse sentono profondamente il peso di essere lasciate fuori o escluse dai gruppi di mamme o dalle conversazioni al parco giochi. Alcune donne con cui ho lavorato mi hanno riferito di essersi sentite impacciate e poco interessanti. Hanno messo in discussione le loro scelte di abbigliamento, i tagli di capelli o altri aspetti del loro aspetto, dei loro hobby e dei loro interessi. Molte di loro si preoccupavano anche dell’influenza che avrebbe avuto sui loro figli. In particolare, erano preoccupate di come la loro mancanza di legami con le mamme avrebbe influenzato l’invito dei loro figli a giocare insieme. Si chiedevano se questo potesse influire sulla capacità del bambino di farsi degli amici”.

Strategie per gestire la sensazione di non sentirsi a proprio agio

Sfidare i pensieri negativi che emergono

Se iniziate a pensare al vostro valore o a cose negative su di voi a causa di situazioni sociali difficili, è importante sfidare la realtà del pensiero. Chiedetevi: il fatto che io non piaccia a questa persona o a questo gruppo di persone fa di me una persona cattiva?

Pensate ai vostri lati positivi

Dedicate un po’ di tempo a concentrare la vostra attenzione sulle persone che vi fanno sentire bene con voi stessi. Smettete di dare energia emotiva e spazio nel vostro cervello a persone che non sono interessate a fare amicizia. Riflettete sulle altre persone che vi amano e si preoccupano per voi.

LEGGI ANCHE: