Obbligo vaccinale, Minelli: "Estenderlo come in Francia"

·1 minuto per la lettura

Obbligo vaccinale per tutti anche in Italia? L'idea di una vaccinazione 'fai da te', opzionale e arbitraria, mi sembra oramai davvero 'fuori logica' e soprattutto mi pare inutile, perché lascia aperte autostrade di criticità nel tempo della presunta 'fine epidemia'. Non è più tempo di discutere sul 'vaccino sì o vaccino no', proprio perché nel momento dell'auspicata ripartenza la variante Delta rischia di farci perdere il vantaggio parzialmente acquisito. Ecco perché non è bizzarra la soluzione decisa dal governo francese di estendere l'obbligo della vaccinazione a chi deve affrontare un impatto turistico, sociale e professionale". Lo sottolinea all'Adnkronos Salute l'immunologo Mauro Minelli, responsabile per il Sud della Fondazione italiana di Medicina personalizzate, commentando l'annuncio del presidente francese Macron di mostrare il pass sanitario per entrare in caffè, ristoranti, centri commerciali, come anche aerei, treni, pullman di lunga percorrenza e strutture mediche della Francia.

"Il rischio è che, per scelte incomprensibili di pochi, si trovino a pagare il prezzo di eventuali nuove restrizioni anche tutti gli altri. Il vaccino anti-Covid è un'arma straordinariamente importante e al momento è anche l'unica veramente efficace", ricorda lo specialista.

"Certo, grazie al vaccino aumenteranno i contagiati, ma non i malati. Questo sembra essere il trend e speriamo che duri. Ma se questa è la premessa, c'è una ragione in più per rendere impellente questa pratica di protezione collettiva", conclude Minelli.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli