Ogni quanto lavare i cappotti per indossarli sempre puliti e profumati

Di Claudia Santini
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Courtesy of Unsplash - Riki Ramdani
Photo credit: Courtesy of Unsplash - Riki Ramdani

From ELLE

È il capo must senza tempo che non smette mai di conquistare, è versatilissimo in ogni sua forma, è il pezzo imprescindibile per un look chic al punto giusto, è caldo e adatto a ogni fisicità: il cappotto è il BFF per la stagione fredda che ti protegge, ti isola e completa outfit super instagrammabili. C'è il cappotto elegante per le grandi occasioni e quello adatto solo a precisi abbinamenti, ma anche quello per tutti i giorni che indossi durante la routine quotidiana. Magari quando prendi i mezzi pubblici, ti appoggi alle porte della metro o ai finestrini del tram, ti siedi qui e là, lo usi per scaldarti durante per le pause caffè sulle scale fuori dall'ufficio, lo appoggi sulla prima sedia che ti capita durante l'aperitivo...insomma, diventa il tuo strato esterno passepartout per ogni giorno. La domanda sorge spontanea: ogni quanto lavare i cappotti, da quello più usato a quello per le grandi occasioni? Questo è tutto quello che devi sapere a riguardo.

Ogni quanto lavare il cappotto: quello delle grandi occasioni

Prima di tutto, ogni quanto lavare il cappotto delle grandi occasioni - alias: quello che indossi solo quando vuoi ottenere un certo look, durante le feste o agli eventi di lavoro? Se l'utilizzo è saltuario, meno di una volta al mese, puoi lavarlo anche solo al termine della stagione fredda per riporlo fresco, profumato e igienizzato nell'armadio fino all'uso successivo. Se, invece, lo usi un po' di più, puoi lavarlo anche un paio di volte a stagione o lasciarlo spesso all'aria fresca per una notte intera e poi lavarlo solo al termine dell'inverno.

Ogni quanto lavare il cappotto: quello di tutti i giorni

Ogni quanto lavare il cappotto di tutti i giorni? Long story short, dipende molto da quanto lo esponi alla sporcizia del mondo esterno. Prendi ogni giorno i mezzi pubblici, tendi ad appoggiarlo in giro, giri in motorino per città inquinate? Per un'igiene a prova di microscopio, dovresti lavarlo più di due volte a stagione - anche 5 o 6, a seconda di quanto è esposto agli agenti esterni. Se, invece, ti sposti con la tua auto e sei molto attenda a dove lo appoggi, possono bastare due lavaggi a stagione, qualche ora passata all'aria fresca e magari una bella spazzolata se il tessuto lo consente. Per i lavaggi frequenti è consigliabile rivolgersi a una tintoria per evitare - ops! - erroracci.

Come lavare il cappotto a casa

Vorresti risparmiare e ti chiedi come lavare il cappotto a casa? First thing firts, controlla *molto bene* l'etichetta che trovi all'interno con tutti i consigli per un lavaggio senza errori. Se il materiale lo permette, pretratta le zone più sporche - alias collo, maniche e zona ascellare - strofinando uno smacchiatore delicato. Scegli poi un lavaggio in lavatrice delicato, a freddo o a massimo 30°C, scegliendo un detersivo per capi delicati. Se non ti fidi della lavatrice, lava il capo in una vasca piena di acqua tiepida o fredda. Sbatti poi il cappotto energicamente e stendilo ad asciugare orizzontalmente in una zona ventilata.