Ogni quanto lavare i vestiti: consigli utili da seguire

Ogni quanto lavare i vestiti

Lavare i vestiti e ogni quanto tempo dipende da capo. Non tutti i capi d’abbigliamento vanno lavati sempre e non c’è una regola ben precisa. Ci sono vestiti che vanno lavati una volta alla settimana o altri una volta all’anno. Il motivo principale riguarda la delicatezza del materiale e l’igiene. Vediamo quindi ogni quanto tempo bisogna lavare i vestiti, in base alle caratteristiche.

Ogni quanto lavare i vestiti: l’intimo

I capi che bisogna lavare dopo ogni utilizzo sono sicuramente quelli che fanno parte dell‘intimo, cioè le mutande, le calze e calzini, i leggings e le canottiere da mettere sotto le magliette. Infatti, questi sono i vestiti a cui interessa di più l’igiene e per certi aspetti, in base al materiale, anche la delicatezza. Anche i capi d’abbigliamento sportivi vanno lavati ogni volta che vengono usati, perché il sudore e i residui di pelle entrano nei tessuti mentre ci si sta allenando. Un altro componente del settore intimo è il reggiseno che però ha delle regole diverse. Non va lavato ogni volta che viene usato, ma almeno ogni 3/4 utilizzi. Questo perché, in teoria, bisognerebbe cambiare a rotazione i reggiseni che si hanno nel cassetto così da farli durare di più.

La stessa cosa vale per tutti i tipi di capi bianchi come le camicie, i jeans bianchi e le magliette. Qui, oltre che una questione di igiene, è più una questione di smog e di sfregamento con altri materiali. Facilmente gli agenti esterni vanno a sporcare questo colore delicato che tende a ingiallirsi o a ingrigirsi. Se guardiamo all’estate, anche i costumi da bagno vanno lavati e sciacquati tutti i giorni, perché il sale del mare rischia di decolorarli e di seccarli.

Ogni quanto lavare i vestiti: i jeans

Se non si sono sporcati, i pantaloni e gonne in jeans non vanno assolutamente lavati ogni volta che vengono indossati perchè si rischia di far perdere l’elasticità del materiale e la forma. Di norma andrebbero lavati ogni 5/6 utilizzi preferibilmente in acqua fredda.

Se lavati in lavatrice con tutti gli altri capi, bisognerebbe girarli al contrario e non metterli in un cestello troppo pieno così da evitare gli sfregamenti che potrebbero danneggiare sia il colore che il materiale. Come per i reggiseni, anche i jeans andrebbero usati a rotazione per farli durare di più.

Felpe e maglioni: quando lavarli

Per le felpe e i maglioni, il tempo tra un lavaggio e l’altro dipende dal tipo di tessuto. Se si parla di materiali come il cachemire, il cotone o la seta, bisognerà lavarli ogni 2/3 utilizzi, a meno che il capo abbia un cattivo odore o si sia sporcato. I materiali invece come la lana o quelli sintetici possono essere lavati anche dopo 5 utilizzi.

Il pigiama: da cambiare con regolarità

Il pigiama è il capo che tendiamo a usare di più in casa e non sempre viene cambiato con regolarità. Per evitare problemi alla pelle, bisogna cambiarlo ogni 4/5 giorni perché sono i capi più a contatto con la pelle nuda. Soprattutto in estate, a causa del sudore, un pigiama già usato molte volte potrebbe comportare irritazioni alla pelle o acne.

Un consiglio utile per quei capi che non vengono lavati tutti i giorni: quando li togliete, metteteli all’aria fresca durante la notte e poi riponeteli nell’armadio. Questo permetterà di avere sempre capi freschi e inodori.