Ok Ema a nuovi siti e linee, aumenta produzione vaccini Pfizer e Moderna

·1 minuto per la lettura

Aumenta ancora in Ue la capacità di produzione dei vaccini a mRna di Pfizer-BioNTech e di Moderna. Il comitato Chmp dell'Agenzia europea del farmaco Ema ha adottato nuove raccomandazioni, a cominciare dal via libera a un ulteriore sito produttivo per Comirnaty* (Pfizer-BioNTech). L'impianto, situato a Saint Remy sur Avre, in Francia, e gestito da Delpharm, produrrà il prodotto finito e consentirà di fornire circa 51 milioni di dosi aggiuntive nel 2021. L'Ema ha anche approvato una nuova linea nel sito di BioNTech a Marburg in Germania, che alza la capacità di produzione del principio attivo di circa 410 mln di dosi nel 2021.

Via libera anche per Moderna a un ulteriore sito produttivo per il vaccino Spikevax*. Situato a Bloomington, Indiana (Stati Uniti), è gestito da Catalent. Il sito eseguirà la produzione del prodotto finito. Oltre al nuovo impianto, il Chmp dell'Ema ha approvato anche diversi siti alternativi responsabili del controllo/test dei lotti e del confezionamento del prodotto finito fabbricato da Catalent. Il 30 luglio era già arrivato l'ok a un aumento del processo di produzione del principio attivo in due siti statunitensi (Moderna TX, Norwood, Massachusetts e Lonza Biologics, Portsmouth, New Hampshire).

Complessivamente, si stima che questi cambiamenti consentiranno la produzione di 40 milioni di dosi aggiuntive di Spikevax per rifornire il mercato dell'Ue nel terzo trimestre del 2021. Queste raccomandazioni non richiedono una decisione della Commissione Europea, spiega l'Ema in una nota, e i siti possono diventare operativi immediatamente.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli