Olio di palma: quali sono le controindicazioni?

·2 minuto per la lettura
olio palma
olio palma

L’olio di palma è un olio vegetale che si estrae dalla spremitura dei frutti delle palme da olio. Scopriamo quali sono le controindicazioni di questo discusso prodotto.

Controindicazioni dell’olio di palma

L’olio di palma grezzo non ha delle controindicazioni particolari. Trattandosi di una grande fonte di grassi saturi chiaramente deve essere assunto con moderazione, ma a parte questo non fa male alla salute. Discorso diverso invece per l’olio di palma raffinato. Quest’ultimo infatti è più dannoso per la salute.

In generale suggeriamo di non consumarlo in grandi quantità. Non superate mai i 10/15 grammi al giorno. Essendo spesso un ingrediente dei prodotti alimentari confezionati, vi consigliamo di fare attenzione quando li mangiate.

Olio di palma: controindicazioni per la salute

Negli ultimi anni l’olio di palma è stato demonizzato per via dei danni alla salute che causa. In realtà questo prodotto ha gli stessi effetti collaterali di altri grassi saturi. In molti ritengono che possa essere cancerogeno, ma l’olio di palma grezzo non lo è affatto.

L’olio di palma raffinato è molto riscioso per la salute in quanto contiene esclusivamente grassi nocivi a contrario dell’olio grezzo che contiene anche degli antiossidanti. Proprio per questo il consumo eccessivo di questo prodotto causa un aumento del colesterolo nel sangue. Si tratta quindi di un prodotto che aumenta il rischio di patologie cardiovascolari. Essendo un prodotto esclusivamente grasso, aumenta anche il rischio di obesità.

Chi soffre di allergie alimentari nei confronti della frutta secca potrebbe manifestare delle reazioni allergiche anche consumando questo prodotto.

Olio di palma: controindicazioni per l’ambiente

Oltre ai problemi per la salute, l’olio di palma è anche nocivo per l’ambiente. Trattandosi di un olio a poco costo, le multinazionali alimentari ne impiegano grandi quantità e di conseguenza per rispondere a questa elevata domanda c’è la deforestazione di zone di foresta pluviale per agevolare la nascita di nuove piantagioni di palme.