Olio di soia, gli utilizzi in cosmetica e in cucina

·2 minuto per la lettura
olio soia
olio soia

L’olio di soia, molto diffuso nei paesi asiatici, si ricava dalla pianta di soia, una leguminosa. Il prodotto possiede molte proprietà benefiche. Scopriamole insieme.

Olio di soia: le proprietà

La soia è uno dei legumi più coltivati al mondo, visto che è il vegetale con il maggiore apporto proteico che esista e concilia le esigenze dei sempre più numerosi vegetariani e vegani.

Da questa pianta si ricava l’olio di soia, utilizzato sia nell’alimentazione che in cosmetica. L’olio di soia viene ricavato tramite una spremitura a freddo dei semi di soia, oppure attraverso dei solventi chimici.

L’olio di soia, al suo interno, contiene magnesio, calcio, proteine, Omega3 e Omega6, che svolgono funzioni antiossidanti e che contrastano malattie cardiovascolari. L’olio, al suo interno, contiene anche isoflavoni, ormoni vegetali e fitoestrogeni, importanti sostanze antinvecchiamento.

Olio di soia: i benefici

Come già accennato, utilizzare l’olio di soia abitualmente aiuta a prevenire malattie cardiovascolari e diabete. L’olio, inoltre, favorisce il transito intestinale, contrasta la stipsi, favorisce la crescita di capelli e unghie e, grazie ai sali minerali che contiene, contrasta l’osteoporosi.

La presenza di acido linoleico e acido alfa-linoleico rendono l’olio di soia un prodotto ottimo per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Inoltre, l’olio possiede importanti proprietà nutritive, utili non solo ai vegani e vegetariani, ma anche ai celiaci. La soia, infatti, insieme ai suoi prodotti derivati, rappresenta un’ottima alternativa per chi è allergico al glutine.

Come utilizzare l’olio di soia

L’olio di soia può essere utilizzato sia in cucina che in ambito cosmetico. Se viene utilizzato in cucina, è importante utilizzare l’olio solo a crudo, per condire verdure, insalate, legumi o per preparare delle salse.

In ambito cosmetico, invece, l’olio di soia può essere utilizzato da solo o insieme ad altri oli vegetali o creme per trattare le smagliature. Infatti il prodotto, al suo interno, contiene isoflavoni che attenuano le smagliature e idratano in profondità, creando uno strato idrolipidico protettivo che ostacola la perdita di liquidi.

L’olio di soia, così, protegge la pelle dagli agenti esterni, dai raggi solari, dalle infiammazioni, e aiuta la produzione di collagene e di acido ialuronico.

Olio di soia: le controindicazioni

L’olio di soia deve essere utilizzato solo ed esclusivamente a crudo in cucina. Infatti, se viene riscaldato e utilizzato per friggere, sviluppa sostanze fortemente tossiche per la salute. Inoltre, è preferibile utilizzare un olio ottenuto con spremitura a freddo rispetto ad uno ottenuto attraverso processi chimici, in quanto risulta più salutare per l’organismo.