Ora puoi trasferire le tue chat WhatsApp su Telegram, e cambiare app in un minuto senza perdere niente

Di Redazione
·1 minuto per la lettura
Photo credit: SOPA Images - Getty Images
Photo credit: SOPA Images - Getty Images

From Esquire

Miloni di utenti stanno passando a Telegram dopo l'epic fail che più epic non si può di WhatsApp, che in un aggiornamento dei termini & condizioni ha fatto pensare a tutto il mondo di essere intenzionato a condividere i dati personali degli utenti con Facebook (non era vero, ma molti ormai ne erano convinti e continuano ad esserlo).

Telegram naturalmente ne approfitta, e ha appena aggiunto la possibilità di importare la cronologia chat da WhatsApp, il che significa che potrai cambiare app di messaggistica senza perdere le conversazioni passate. Su iOS la funzionalità è arrivata con la versione 7.4, rilasciata ieri. Non sembra invece essere ancora su Android, ma dovrebbe essere questione di pochissimo tempo. Oltre a quelle di WhatsApp, si possno importare anche le cronologie chat di Line e KakaoTalk. Potete insomma proseguire la conversazione come se niente fosse, a patto naturalmente che anche l'altro utente abbia Telegram.

Photo credit: NurPhoto - Getty Images
Photo credit: NurPhoto - Getty Images

L'aggiunta della funzione arriva mentre Telegram festeggia un'enorme crescita del numero di utenti, con il servizio che ora vanta oltre 500 milioni di utenti attivi in tutto il mondo. La possibilità di trasferire le chat senza fatica potrebbe essere una spinta decisiva in questo senso.

L'importazione va fatta chat per chat (non è possibile insomma importare tutte le conversazioni in un solo click) ma funziona sia per le chat individuali che per i gruppi. Basta aprire la conversazione in questione su WhatsApp e toccare il nome del gruppo o del contatto nella parte superiore. L'opzione "Esporta chat" vi offrirà l'opzione Telegram, naturalmente a patto che lo abbiate installato

Tutti i messaggi importati avranno una piccola etichetta "Importato", che indica quando sono stati originariamente inviati e quando sono stati trasferiti su Telegram. Mica male, no?