Dieci orecchini chandelier per l'Autunno Inverno 2020/2021

Di Ilenia Carlesimo
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Matteo Scarpellini
Photo credit: Matteo Scarpellini

From Harper's BAZAAR

Le donne orientali li indossavano già centinaia e centinaia di anni fa, anche se è in Francia, durante il 1700, che gli orecchini a chandelier si fanno più preziosi e sfarzosi. Da allora, con il passare del tempo del tempo e delle tendenze, si sono evoluti diventando di volta in volta più o meno grandi e più o meno colorati, senza mai però abbandonare la loro inconfondibile forma “a lampadario”.

Con il loro carattere tutt'altro che minimal, le dimensioni importanti e l'idea di lusso a cui rimandano, piacciono molto anche oggi, soprattutto a chi ama indossare gioielli vistosi. Tra cascate di diamanti e perle, oro bianco e oro giallo, ecco la nostra selezione di orecchini chandelier da sfoggiare la sera e nelle occasioni speciali.

Mattioli

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

È pensando all'esplosione di colori tipica dei fuochi d'artificio che Licia Mattioli, alla guida dell'omonimo atelier di gioielli, ha creato la collezione Fireworks a cui appartengono questi orecchini in oro bianco, diamanti bianchi e zaffiri rosa.

Annoushka

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

La luna e le stelle, la mano di Fatima e il cuore di Allah, oscillano insieme ad altri portafortuna sugli chandelier di Annoushka. Realizzati in oro giallo, sono impreziositi con 252 pietre tra cui zaffiri, rubini, perle e diamanti colorati.

H. Stern

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

La magia della natura, con il baco da seta che tesse il suo preziosissimo filo, ha ispirato H. Stern per le luminose e insolite trame della collezione Silk. Una linea di cui fanno parte anche questi orecchini in oro giallo e diamanti.

Pasquale Bruni

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Suggestioni indiane e richiami ai giardini di loto per i preziosissimi orecchini di Pasquale Bruni realizzati in oro rosa 18 carati con pietra di luna, lapislazzuli e diamanti. Dalla collezione Lakshmi: la linea dalle foglie avvolgenti e divinatorie che prende il nome dalla dea dell'abbondanza.

Erdem

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Tra rock e barocco, lo stile degli orecchini Erdem. Decorati con cristalli bianchi e perle sintetiche su una base in ottone e tessuto, danno il giusto twist anche a un semplice maglioncino. E sono la prova che le perle sono perfette anche se indossate in modo non convenzionale.

Oscar de la Renta

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Gli orecchini chandelier proposti da Oscar de la Renta, la maison di moda fondata dallo stilista preferito delle first lady americane, sono sensuali, glam e illuminati da cristalli. Ideali per chi non ama i gioielli scontati.

Givenchy

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Sono grandi, vistosi e di carattere gli orecchini della collezione Harp con cui la maison Givenchy rivisita in chiave moderna il classico modello a lampadario. Realizzati in ottone dorato, hanno elementi articolati mobili e una perla barocca di coltura.

Antonini Milano

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Un piano convesso in oro giallo lucido che esalta i diamanti e una finitura che richiama la rugosità tipica della roccia lavica caratterizzano gli orecchini della collezione Etna di Antonini Milano.

Recarlo

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Con gli orecchini della collezione Anniversary Love Recarlo rivede la misura dei classici chandelier senza però rinunciare a lusso e scintillio. Un inno al romanticismo in oro bianco 18 carati e diamanti a forma di cuore.

Salvini

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Forme sinuose, con un cerchio che diventa una goccia, e dettagli orafi che rievocano le lavorazioni del pizzo: nascono così gli orecchini Maharaja di Salvini, in oro bianco e diamanti.